Horner ammette: "Ora il motore Ferrari è il V6 di riferimento in Formula 1"

condivisioni
commenti
Horner ammette:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
12 lug 2018, 07:40

Il team principal della Red Bull pensa che la power unit di Maranello sia ora il riferimento dal punto di vista prestazionale della Formula 1. Poi tira l'ennesima frecciata a Renault, in attesa di abbracciare Honda a partire dalla prossima stagione.

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, festeggia mentre si reca nel parco chiuso
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14, precede Sergey Sirotkin, Williams FW41, e Lance Stroll, Williams FW41
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09, lotta con Sebastian Vettel, Ferrari SF71H

La vittoria della Ferrari ottenuta lo scorso fine settimana sul tracciato di Silverstone continua a lasciare scorie all'interno della Formula 1. E non poteva essere altrimenti.

Smorzate le polemiche sul contatto tra Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton, rimane l'impresa della Rossa che è riuscita a espugnare una delle piste in cui le Mercedes sembravano poterla fare da padrone.

Uno dei segreti non certo celati che ha aiutato Vettel a portare a casa la vittoria in Gran Bretagna è il secondo motore della stagione, quello introdotto in Canada solo sulla monoposto di Sebastian Vettel.

Sembra infatti che la power unit Ferrari non abbia solo raggiunto le prestazioni di quella Mercedes - dal 2014 punto di riferimento del Circus iridato - ma l'abbia addirittura superata. Questa tesi è sostenuta in queste ore da Christian Horner, team principal della Red Bull.

"Credo che il motore Ferrari sia il riferimento della categoria, ora", ha dichiarato Horner a Motorsport.com. "Possiamo vedere come Haas e Sauber abbiano fatto ottimi passi avanti nel corso di questa stagione".

"Ora la situazione tra i vari motori di F1 racconta di un livellamento nelle prestazioni. Tutto sta nel potenziale di sviluppo delle power unit".

Horner non ha risparmiato l'ennesima frecciata delle ultime stagioni a Renault. Red Bull e la Casa francese si divideranno al termine della stagione dopo anni di successi, con il team di Horner che abbraccerà una nuova sfida con Honda.

"Il fine settimana di Silverstone è stato molto difficile per i motori Renault. Il livello a cui sono non si può nascondere dietro a statistiche".

"C'è un gap da colmare e speriamo in Honda. Abbiamo molta fiducia riguardo ciò che hanno in cantiere per il futuro".

Prossimo articolo Formula 1
Renault: la FIA ha provato il PDM sull'Halo per migliorare le segnalazioni ai piloti

Previous article

Renault: la FIA ha provato il PDM sull'Halo per migliorare le segnalazioni ai piloti

Next article

Test Pirelli: Kubica e Verstappen completano il programma a Silverstone

Test Pirelli: Kubica e Verstappen completano il programma a Silverstone

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie