Formula 1
02 lug
-
05 lug
Qualifiche in
00 Ore
:
11 Minuti
:
54 Secondi
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
5 giorni
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
118 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
132 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
145 giorni

Honda soddisfatta del proprio V6: "Probabilmente può reggere 7 Gran Premi"

condivisioni
commenti
Honda soddisfatta del proprio V6: "Probabilmente può reggere 7 Gran Premi"
Di:
30 mag 2019, 08:40

Toyoharu Tanabe, direttore tecnico F1 di Honda, ha affermato a Motorsport.com che la nuova specifica introdotta a Baku è la base di partenza per creare una power unit da titolo.

Le aspettative su Honda sono ogni anno più alte, in particolar modo da quando ha iniziato a essere la fornitrice di power unit di un top team come la Red Bull. Attorno al nuovo binomio c'era scetticismo, ma il team di Milton Keynes si sta confermando su ottimi livelli, nonostante sia al primo anno con un motore che nelle passate stagioni non ha certo brillato.

Nel corso degli ultimi mesi, Honda ha fatto progressi considerevoli. A Baku, quarto Gran Premio della stagione corrente, ha fatto esordire la seconda specifica della propria unità motrice e questa sembra stia dando i risultati sperati sia dal punto di vista delle prestazioni che dal punto di vista dell'affidabilità.

Toyoharu Tanabe, direttore tecnico F1 di Honda, ha dichiarato a Motorsport.com: "Penso proprio che riusciremo a fare 7 Gran Premi con l'unità motrice che ha esordito a Baku. Vedremo". Poi, però, ha aggiustato il tiro, forse per mettersi al riparo da eventuali guasti nei prossimi appuntamenti: "Dipende sempre da come vengono usati questi motori. Se li usi senza stressarli enormemente, può davvero percorrere tanti chilometri".

"E' chiaro invece che se lo si stressa in maniera continuativa, la vita del motore sarà più corta. Stiamo cercando di trovare il giusto bilanciamento. Stiamo cercando di raggiungere i 7 GP, un range di 5000 o 6000 chilometri. Non è semplice, anzi, è davvero complicato".

Mercedes è l'unica Casa fornitrice di propulsori che non ha introdotto la seconda specifica nel corso di questa stagione, ma potrebbe arrivare per il Gran Premio del Canada. La Ferrari, invece, ha già introdotto la propria. "Mi piace lo stile che hanno in Mercedes e in Ferrari, ma sfortunatamente penso sia impossibile vedere ulteriori aggiornamenti di motore prima della sosta estiva. Almeno per quanto ci riguarda".

Prossimo Articolo
Niki Lauda: alle esequie nella Cattedrale di Vienna c'era il mondo della F1 e non solo

Articolo precedente

Niki Lauda: alle esequie nella Cattedrale di Vienna c'era il mondo della F1 e non solo

Prossimo Articolo

F1: Pirelli ha svelato le mescole che porterà al Gran Premio d'Ungheria

F1: Pirelli ha svelato le mescole che porterà al Gran Premio d'Ungheria
Carica commenti