Honda: rotti i sigilli del motore di Kvyat. Sabotaggio? No, una furbata normativa

I tecnici giapponesi hanno deciso di togliere i sigilli FIA della power unit del pilota russo: per la Federazione equivale a una sostituzione di motore. A Daniil non costa nulla dovendo già partire dalla pit lane, ma al prossimo intervento pagherà solo 5 posizioni in griglia anziché 10.

Honda: rotti i sigilli del motore di Kvyat. Sabotaggio? No, una furbata normativa

Nella serata di ieri è arrivata la notizia che i sigilli sulle nuove unità MGU-H e turbocompressore della Toro Rosso di Daniil Kvyat erano stati trovati rotti in sede di verifica tecnica. Un caso? No, una strategia della Honda.

I giapponesi hanno deciso deliberatamente di rimuovere i sigilli posti dalla FIA, pur non avendo nei piani di sostituire i due elementi, per smarcare la penalità di dieci posizioni che un pilota deve scontare la prima volta che viene utilizzato un elemento aggiuntivo ai tre previsti dal regolamento.

Per la FIA la rimozione dei sigilli equivale ad un cambio di elementi, quindi di fatto il pilota russo risulta avere sulla monoposto un nuovo esemplare delle due componenti.

Per ogni elemento successivo la penalità è di cinque posizioni, e dovendo Kvyat già prendere il via dall’ultima posizione della griglia di partenza del Gran Premio di Francia a causa della sostituzione dell’unità termica (giunta al quarto esemplare) più un terzo MGU-K, pacco batterie e centralina, l’ulteriore sanzione non avrà di fatto alcun effetto.

Per la FIA ora Kvyat è al quarto turbocompressore e MGU-H della stagione, e qualora la Honda dovesse portare in pista la reale quarta componente dei due elementi in questione, sconterà una penalità di cinque anziché dieci posizioni essendo per la Federazione il quinto elemento stagionale.

Daniil Kvyat, Toro Rosso
Daniil Kvyat, Toro Rosso
1/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
2/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
3/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
4/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso
Daniil Kvyat, Toro Rosso
5/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
6/11

Foto di: Erik Junius

Daniil Kvyat, Toro Rosso
Daniil Kvyat, Toro Rosso
7/11

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Toyoharu Tanabe, Direttore Tecnico F1, Honda, parla con i media
Toyoharu Tanabe, Direttore Tecnico F1, Honda, parla con i media
8/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport, e Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda
Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport, e Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda
9/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda
Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda
10/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Honda RA618H
Honda RA618H
11/11

Foto di: Honda

condivisioni
commenti
Motorsport Network rivela i vincitori del concorso sul GP di Francia
Articolo precedente

Motorsport Network rivela i vincitori del concorso sul GP di Francia

Prossimo Articolo

Ferrari: ecco cosa insegna il caso Vettel. E' ora di cambiare i regolamenti?

Ferrari: ecco cosa insegna il caso Vettel. E' ora di cambiare i regolamenti?
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021