Honda: rotti i sigilli del motore di Kvyat. Sabotaggio? No, una furbata normativa

I tecnici giapponesi hanno deciso di togliere i sigilli FIA della power unit del pilota russo: per la Federazione equivale a una sostituzione di motore. A Daniil non costa nulla dovendo già partire dalla pit lane, ma al prossimo intervento pagherà solo 5 posizioni in griglia anziché 10.

Honda: rotti i sigilli del motore di Kvyat. Sabotaggio? No, una furbata normativa

Nella serata di ieri è arrivata la notizia che i sigilli sulle nuove unità MGU-H e turbocompressore della Toro Rosso di Daniil Kvyat erano stati trovati rotti in sede di verifica tecnica. Un caso? No, una strategia della Honda.

I giapponesi hanno deciso deliberatamente di rimuovere i sigilli posti dalla FIA, pur non avendo nei piani di sostituire i due elementi, per smarcare la penalità di dieci posizioni che un pilota deve scontare la prima volta che viene utilizzato un elemento aggiuntivo ai tre previsti dal regolamento.

Per la FIA la rimozione dei sigilli equivale ad un cambio di elementi, quindi di fatto il pilota russo risulta avere sulla monoposto un nuovo esemplare delle due componenti.

Per ogni elemento successivo la penalità è di cinque posizioni, e dovendo Kvyat già prendere il via dall’ultima posizione della griglia di partenza del Gran Premio di Francia a causa della sostituzione dell’unità termica (giunta al quarto esemplare) più un terzo MGU-K, pacco batterie e centralina, l’ulteriore sanzione non avrà di fatto alcun effetto.

Per la FIA ora Kvyat è al quarto turbocompressore e MGU-H della stagione, e qualora la Honda dovesse portare in pista la reale quarta componente dei due elementi in questione, sconterà una penalità di cinque anziché dieci posizioni essendo per la Federazione il quinto elemento stagionale.

Daniil Kvyat, Toro Rosso

Daniil Kvyat, Toro Rosso
1/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
2/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
3/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
4/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso

Daniil Kvyat, Toro Rosso
5/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
6/11

Foto di: Erik Junius

Daniil Kvyat, Toro Rosso

Daniil Kvyat, Toro Rosso
7/11

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Toyoharu Tanabe, Direttore Tecnico F1, Honda, parla con i media

Toyoharu Tanabe, Direttore Tecnico F1, Honda, parla con i media
8/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport, e Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda

Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport, e Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda
9/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda

Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda
10/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Honda RA618H

Honda RA618H
11/11

Foto di: Honda

condivisioni
commenti
Motorsport Network rivela i vincitori del concorso sul GP di Francia

Articolo precedente

Motorsport Network rivela i vincitori del concorso sul GP di Francia

Prossimo Articolo

Ferrari: ecco cosa insegna il caso Vettel. E' ora di cambiare i regolamenti?

Ferrari: ecco cosa insegna il caso Vettel. E' ora di cambiare i regolamenti?
Carica commenti
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti" Prime

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti"

Seconda intervista esclusiva in compagnia di Gilles Simon. In questa lunga chiaccerata in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, l'ingegnere francese ci parla dei suoi trascorsi in Honda accompagnando il costruttore nipponico nei suoi primi anni in Formula 1 nell'era ibrida, per poi andare in FIA in qualità di advisor

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario Prime

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario

Cos'hanno in comune la corsa più antica della storia automobilistica e la Scuderia più leggendaria di sempre? Un filo conduttore glorioso fatto di 17 vittorie. Andiamo a scoprire insieme alcune delle imprese memorabili compiute dalla Scuderia Ferrari al Gran Premio di Francia.

Formula 1
13 giu 2021
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Formula 1
12 giu 2021
Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021