Honda rivede la strategia di sviluppo per gli ultimi GP con la McLaren

condivisioni
commenti
Honda rivede la strategia di sviluppo per gli ultimi GP con la McLaren
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
27 set 2017, 09:01

La Honda ha deciso di cambiare la strategia di sviluppo della sua power unito per il resto della stagione e si concentrerà su un grande upgrade per la McLaren, piuttosto che su tanti piccoli miglioramenti.

Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32 e Fernando Alonso, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren, viene riportato nel box mentre Fernando Alonso, McLaren, cammina a lato
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32, throws up sparks

La Honda sta per separarsi dalla McLaren dopo tre stagioni insieme, con il costruttore giapponese che il prossimo anno si legherà alla Toro Rosso e la squadra di Woking che monterà i propulsori Renault.

Per cercare di far funzionare la sua partnership con la McLaren, la Honda ha dato vita ad un piano di sviluppo aggressivo, che ha portato aggiornamenti importanti a Spa e Monza.

Tuttavia, vorrebbe evitare che Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne incappassero in grandi penalità nelle prossime gare, quindi invece che introdurre piccoli aggiornamenti ne faranno solamente uno importante.

"Uno dei punti è che vogliamo ridurre al minimo gli aggiornamenti del motore per il resto della stagione, perché vorremmo ottenere i migliori risultati possibili entro la fine dell'anno" ha detto Yusuke Hasegawa, responsabile del progetto F.1 della Honda.

"In precedenza abbiamo privilegiato solamente il miglioramento delle prestazioni, in funzione del prossimo anno, quindi non avevamo bisogno di esitare ad introdurre aggiornamenti".

"Ma ora non lavoreremo più con Stoffel e Fernando per il prossimo anno, quindi vogliamo concentrarci sui risultati di quest'anno per la McLaren".

"Preferisco fare più punti possibile quest'anno, dando soprattutto un contributo a questa squadra".

"Se possiamo introdurre un grande aggiornamento, allora non abbiamo bisogno di aspettare e non dobbiamo esitare a prendere una penalità".

La Honda continua sul suo prossimo aggiornamento, ma Hasegawa ha detto che non è chiaro se e quando verrà introdotto.

"Abbiamo altre sei gare per introdurre un nuovo motore" ha detto. "Potrebbe essere in Malesia, a Suzuka o negli Stati Uniti".

"Da questo punto di vista, non vorremmo avere pensieri a Suzuka e quindi gli Stati Uniti potrebbero essere una buona soluzione, anche basandosi sui risultati degli ultimi anni".

"Anche la Malesia potrebbe essere una possibilità, ma è troppo presto per dirlo. Non riesco ancora a dirvi quando arriverà".

Nel frattempo, la Honda ha rintracciato le cause del doppio problema alla MGU-K che ha rovinato il weekend di Vandoorne a Monza.

"Quando siamo tornati in fabbrica abbiamo capito che era un problema legato al lotto" ha detto Hasegawa. "C'erano alcuni alberi che non erano fatti bene, quindi siamo tornati ad utilizzare il lotto precedente".

Prossimo Articolo
Hamilton punge Vettel: "Grazie per avermi svelato alcune debolezze"

Articolo precedente

Hamilton punge Vettel: "Grazie per avermi svelato alcune debolezze"

Prossimo Articolo

Analisi F.1: con le gomme larghe Pirelli più veloci di 4 decimi al km!

Analisi F.1: con le gomme larghe Pirelli più veloci di 4 decimi al km!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team McLaren Acquista adesso
Autore Lawrence Barretto