Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Prove Libere 1 in
16 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
21 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
60 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
74 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
77 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
95 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
109 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
137 giorni
05 set
Gara in
144 giorni
12 set
Gara in
151 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
165 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
168 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
178 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
193 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
200 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
242 giorni

Honda ai GP solo senza rischi, anche se F1 ripartirà prima

Masahi Yamamoto, capo di Honda Racing, ha dichiarato al giornalista Masahiro Owari che la Casa giapponese si sarebbe opposta a disputare il GP d'Australia, ma non c'è stato da discutere con Red Bull e AlphaTauri che avevano già deciso nella notte di non correre. Anche il ritorno in pista avverrà solo in condizioni normali.

Honda ai GP solo senza rischi, anche se F1 ripartirà prima

Si è scritto e detto molto sul meeting dell’Hotel Crown di Melbourne, un confronto serrato che ha poi portato alla richiesta di annullamento del Gran Premio d’Australia.

C’è però un aspetto rimasto sotto traccia e conferma che neanche Red Bull ed Alpha Tauri avrebbero potuto disputare la gara di Melbourne, come pubblicamente dichiarato dai responsabili della Red Bull.

Il motivo è la posizione della Honda, che a differenza della linea Marko-Horner, non era intenzionata a scendere in pista dopo aver ricevuto la notizia della positività al test Coronavirus di un tecnico McLaren.
“Dopo aver ricevuto quella notizia – ha dichiarato Masahi Yamamoto, capo di Honda Racing al giornalista Masahiro Owari – abbiamo capito che sarebbero arrivate presto delle decisioni".

"Abbiamo visto in tutto il mondo quanti eventi sportivi sono stati cancellati, quindi la posizione di Honda è stata chiara, ovvero tutelare la salute e la sicurezza di chi lavora in pista e dei fans. Per far questo era indispendabile astenerci dal correre”.

Yamamoto ha confermato che la decisione presa dai team è arrivata prima ancora che si facesse presente la posizione Honda a Red Bull ed Alpha Tauri.
“È accaduto tutto di notte – ha spiegato il responsabile del programma Honda F1 – la nostra posizione era chiara ed eravamo pronti a farla presente, ma non è stato di fatto necessario perché siamo stati anticipati dalla decisione presa nel meeting”.

“Era indispensabile fermarsi – ha concluso Yamamoto - questo ci darà la possibilità di osservare gli sviluppi (della pandemia). La Honda tornerà in pista solo quando la situazione tornerà ad essere normale e senza rischi, anche se la Formula 1 dovesse decidere di riprendere l’attività”.

Un messaggio in stile Giapponese: non sarà più tollerata una situazione come quella di Melbourne.

Franz Tost, Team Principal, Toro Rosso, e Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport

Franz Tost, Team Principal, Toro Rosso, e Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport
1/16

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport

Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport
2/16

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Dr. Helmut Marko, Red Bull Racing e Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport

Dr. Helmut Marko, Red Bull Racing e Masashi Yamamoto, General Manager, Honda Motorsport
3/16

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Il motore della Red Bull Racing RB 16

Il motore della Red Bull Racing RB 16
4/16

Foto di: Giorgio Piola

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
5/16

Foto di: Franco Nugnes

Alex Albon, Red Bull Racing RB16

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
6/16

Foto di: Franco Nugnes

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, fa un pit stop

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, fa un pit stop
7/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Il motore della Red Bull Racing RB 16

Il motore della Red Bull Racing RB 16
8/16

Foto di: Giorgio Piola

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
9/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB12, al GP d'Australia del 2016

Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB12, al GP d'Australia del 2016
10/16

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Red Bull Racing RB16, dettaglio dello sfogo

Red Bull Racing RB16, dettaglio dello sfogo
11/16

Foto di: Giorgio Piola

I meccanici della Red Bull Racing RB16 ispezionano il posteriore della macchina

I meccanici della Red Bull Racing RB16 ispezionano il posteriore della macchina
12/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
13/16

Foto di: Red Bull Content Pool

Motore della Alpha Tauri AT01

Motore della Alpha Tauri AT01
14/16

Foto di: Giorgio Piola

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
15/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
16/16

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Todt: "Situazione non chiara, bisogna rispettare le regole"

Articolo precedente

Todt: "Situazione non chiara, bisogna rispettare le regole"

Prossimo Articolo

McLaren: 7 membri rimasti in Australia negativi al Coronavirus

McLaren: 7 membri rimasti in Australia negativi al Coronavirus
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Location Melbourne Grand Prix Circuit
Team Red Bull Racing , Alpha Tauri
Autore Roberto Chinchero
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top

Dodicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la seconda di 3 puntate sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
12 apr 2021
F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola Prime

F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola

Anche nel 2021, Imola è inclusa nelle tappe di un Mondiale di Formula 1. Un tracciato ricco di storia. Una storia, che merita di essere raccontata e ricordata...

Formula 1
12 apr 2021
Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld Prime

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld

L'ascesa di Kimi Raikkonen come stella della Formula 1 fin dagli albori rimane una delle leggendarie storie del 2001, ma le sue imprese hanno avuto un impatto indesiderato sulle prospettive del suo compagno di squadra in Sauber. Vent'anni dopo il suo primo podio in F1 al GP del Brasile, ecco come Iceman ha influito sulla carriera di Nick Heidfeld.

Formula 1
11 apr 2021
F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar? Prime

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar?

Siamo abituati a considerare la Formula 1 come la categoria regina dell'automobilismo, quella capace di raggiungere le velocità più elevate in assoluto. Ma sarà davvero così? Andiamo a scoprirlo in questa classifica...

Formula 1
11 apr 2021
Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo Prime

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo

La Mercedes è andata via dal Bahrain con la consapevolezza di non avere tra le mani la monoposto di riferimento in griglia, e i limiti allo sviluppo potrebbero trasformare questa stagione in un incubo.

Formula 1
10 apr 2021
Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali Prime

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali

Il 9 aprile del 1971 nasce Jacques Villeneuve, Campione del Mondo di Formula 1 1997. Andiamo a rivivere i suoi primi due anni nella massima serie, quelli che lo hanno accompagnato ad entrare nell'elenco delle leggende del Motorsport...

Formula 1
9 apr 2021
Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12 Prime

Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12

Andiamo a scoprire ed analizzare come le modifiche regolamentari al fondo ed al pavimento delle monoposto abbiano influito negativamente sulle performance della Mercedes W12, nonostante la vettura abbia vinto con Lewis Hamilton la gara di apertura in Bahrain

Formula 1
8 apr 2021