Hembery: "La strategia gomme era già iniziata in qualifica"

Il direttore motorsport della Pirelli sottolinea la tattica aggressiva che è valsa il quinto posto a Grosjean, ma anche la buona gestione di Massa, che è riuscito a completare il GP con due soli pit stop.

Due vittorie in due gare nel 2016 per il pilota della Mercedes Nico Rosberg, che in Bahrain ha usato una strategia su tre soste alternando stint con P Zero Red supersoft e P Zero Yellow soft: esattamente la stessa tattica utilizzata da Kimi Raikkonen, secondo su Ferrari.

Lewis Hamilton ha chiuso terzo, montando le medie nel suo secondo stint, dopo un contatto al via. In totale, sono state nove le diverse strategie utilizzate dai primi 10, inclusa quella su due soste del pilota della Williams Felipe Massa.

"Siamo solo alla seconda gara coi regolamenti 2016, ma abbiamo già visto una notevole varietà di strategie nel gruppo, proprio come ci aspettavamo accadesse in questo weekend. La strategia gomme era già iniziata in qualifica, come abbiamo visto con Romain Grosjean che ha sfruttato al massimo la sua posizione di partenza per fare più punti" ha detto il direttore motorsport Pirelli, Paul Hembery.

"Solo 10 secondi hanno diviso al traguardo Nico Rosberg e Kimi Raikkonen, sulla stessa strategia. Felipe Massa ha dimostrato tanto la prestazione della mescola più morbida, quanto l’adattabilità del prodotto, completando la gara con due soli pit stop nonostante il consumo e il degrado più alti che da sempre caratterizzano il tracciato di Sakhir" ha aggiunto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Domenica, post gara
Circuito Bahrain International Circuit
Articolo di tipo Ultime notizie