Hembery convinto: "Le ultrasoft possono fare più di 15 giri"

condivisioni
commenti
Hembery convinto:
Redazione
Di: Redazione
26 mag 2016, 17:06

La Pirelli è soddisfatta del rendimento della nuova mescola, che ha debuttato in un weekend di gara a Monaco. Ora bisognerà capire se questo potrà indurre qualche squadra a rinunciare alla strategia ad una sola sosta.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB12
Esteban Gutierrez, Haas F1 Team VF-16
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-16
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team
Kevin Magnussen, Renault Sport F1 Team
Jenson Button, McLaren MP4-31
Nico Hulkenberg, Sahara Force India F1 VJM09
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid

Debutto del nuovo pneumatico P Zero Purple ultrasoft durante le prove libere del Gran Premio di Monaco. La mescola più morbida del range P Zero ha stabilito il miglior tempo della giornata con il pilota della Red Bull, Daniel Ricciardo, che nelle FP2 ha fermato il crono sull’1'14"607. Il tempo dell’australiano è stato di quattro decimi di secondo inferiore a quello della pole dello scorso anno e l’ha portato a sfiorare il record assoluto sul giro (1'14"439) stabilito da Michael Schumacher nel 2004 su Ferrari.

Con un asfalto in rapida evoluzione, come da tradizione a Montecarlo, il grip è migliorato col procedere di entrambe le sessioni, nonostante diversi incidenti abbiano lasciato detriti in pista. I tempi registrati dalla Purple ultrasoft sono stati fino a un secondo più veloci di quelli della Red supersoft.

I piloti sono riusciti a provare tutte e tre le mescole nominate – soft, supersoft e ultrasoft – con diversi carichi di carburante nelle condizioni calde del pomeriggio (la temperatura della pista ha raggiunto i 44°C) per determinare potenziali strategie di gara.

"Abbiamo avuto un buon feedback dal pneumatico ultrasoft, che finora ha performato secondo le nostre aspettative. Dai dati che abbiamo sinora, prevediamo che possa percorrere più di 15 giri prima di doverlo sostituire: la domanda interessante sarà se farà cambiare idea a qualche pilota rispetto alla strategia di una sola sosta. Strategia che ultimamente si è rivelata la scelta vincente del Gran Premio di Monaco. Questa sera per tutti ci saranno molte informazioni da analizzare prima delle prove libere di sabato mattina quando, con l’insolita giornata di break qui tra le sessioni, la pista potrebbe dare un feeling differente" ha detto Paul Hembery, direttore motorsport della Pirelli.

Prossimo articolo Formula 1
La Toro Rosso vola nelle libere di Monaco: Kvyat 5° e Sainz Jr 6°

Articolo precedente

La Toro Rosso vola nelle libere di Monaco: Kvyat 5° e Sainz Jr 6°

Prossimo Articolo

La Ferrari di Vettel era nervosa perché aveva un danno al fondo!

La Ferrari di Vettel era nervosa perché aveva un danno al fondo!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Monaco
Sotto-evento Giovedì, prove libere 2
Location Montecarlo
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie