Heidfeld: "La Formula 1 è criticata ingiustamente"

Il pilota tedesco crede che le critiche verso la categoria siano immotivate e propone un aumento del grip meccanico e degli pneumatici per aumentare lo spettacolo e la sicurezza.

Il mondo della Formula 1 è pervaso da un'atmosfera negativa da quando sono stati adottati nuovi motori turbo V6 privi del sound tipico dei propulsori aspirati e, soprattutto, da quando la Mercedes ha posto in essere un vero e proprio dominio.

Nick Heidfeld, intervistato da Motorsport.com, nonostante riconosca che vi siano ancora delle aree dove si possa intervenire per migliorare lo spettacolo offerto, ritiene che la Formula 1 sia eccessivamente criticata: "Prima di tutto, ritengo che la Formula 1 debba uscire da questa spirale negativa in cui si trova, a mio avviso, in modo del tutto ingiustificato. Certamente ci sono alcune cose che possono essere migliorate, ma la Formula 1 non è così male come viene dipinta. Corrono delle auto fantastiche guidate da grandi piloti ed offre delle belle gare":

Il tedesco ha poi espresso la propria opinione sugli ultimi due anni di dominio Mercedes: "Da quando esiste la Formula 1 c'è sempre stato un team che ha dominato e sempre ci sarà un team migliore degli altri".

Heidfeld ha poi espresso il proprio pensiero circa il DRS, ritenendo il dispositivo un elemento negativo per lo spettacolo: "Quello che ritengo manchi in Formula 1 al momento è il sound, ed inoltre, i sorpassi sono diventati troppo artificiali con il DRS. Forse adesso abbiamo qualche sorpasso in più, ma dal mio punto di vista manca il piacere della costruzione del sorpasso".

Secondo il tedesco bisognerebbe aumentare il grip meccanico al fine di agevolare lo spettacolo in pista: "Credo che il grip meccanico aiuti sempre, specie considerando quanto carico aerodinamico perda una vettura in scia. La via da seguire, dunque, è quella di aumentare il grip sia meccanico che degli pneumatici.  Aumentato il grip delle gomme si aumenterebbe anche la sicurezza".

Heidfeld, infine, ha tracciato un bilancio della propria carriera in Formula 1: "Certamente non posso ritenermi totalmente soddisfatto, anche se è stato fantastico avere l'opportunità di correre in Formula 1 per così tanto tempo e guidare quelle vetture. Ovviamente, come ogni sportivo, l'obiettivo è vincere. Quando sono arrivato in Formula 1 mi ero posto come risultato quello di conquistare il campionato del mondo, ma alla fine non ho vinto nemmeno una gara. E' un rimpianto, ma ho fatto del mio meglio".

 

Intervista di Rachit Thukral

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Nick Heidfeld
Articolo di tipo Intervista