Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Intervista

Hasegawa: "Honda ha migliorato moltissimo, siamo vicini a Renault"

Il responsabile del progetto Formula 1 del costruttore giapponese è convinto che la sua power-unit ora sia nettamente cresciuta e abbia ridotto il divario dagli avversari.

Yusuke Hasegawa, Senior Managing Officer, Honda
Yusuke Hasegawa, Capo di Honda Motorsport
Yusuke Hasegawa, Capo di Honda Motorsport e Ayao Komatsu, ingegnere Haas F1 nella conferenza stampa
Yusuke Hasegawa, Capo di Honda Motorsport nella conferenza stampa
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32, Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32, Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32

In casa Honda si respira aria di grande soddisfazione e fiducia per come stanno andando le cose attualmente in Formula 1.

Il motorista giapponese sta finalmente vedendo i primi risultati positivi dopo anni di sofferenze e figuracce. Yusuke Hasegawa, responsabile del progetto, ha notato un aumento di prestazioni e affidabilità nell'arco del 2017.

Il giapponese è convinto che la filosofia di lavoro attuata stia dando i suoi frutti, con un sensibile avvicinamento agli avversari.

"Da inizio stagione abbiamo migliorato molto la nostra power-unit, non solo in termini di prestazioni, ma anche di affidabilità - ha dichiarato Hasegawa a Motorsport.com - Da quando abbiamo introdotto il motore con specifiche 3.5 penso che il livello si sia avvicinato molto a quello Renault. Non posso dire che è migliore, ma la cosa importante è che l'affidabilità sia cresciuta di parecchio".

"Penso che abbiamo colmato il divario che ci separava dai nostri avversari all'inizio. Non siamo ancora abbastanza vicini, ma ora le differenze sono minori rispetto allo scorso anno e al primo. Vogliamo continuare a seguire questo concetto, abbiamo scelto una strada molto simile a quella intrapresa da Renault, Ferrari e Mercedes, per cui non vedo ragioni per dubitare sui livelli di prestazioni che possiamo arrivare ad ottenere".

Dichiarazioni raccolte da Lawrence Barretto

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente La F.1 vuole un GP in Olanda e pensa ad un circuito cittadino
Prossimo Articolo La famiglia di Maria de Villota ha raggiunto un accordo con la Manor

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia