Hartley: “Quello di oggi è stato il più grande incidente della mia vita”

condivisioni
commenti
Hartley: “Quello di oggi è stato il più grande incidente della mia vita”
Di:
12 mag 2018, 17:42

Il pilota della Toro Rosso è stato protagonista di un violento incidente nelle FP3 andandosi a schiantare contro le barriere in Curva 9. La vettura è andata distrutta ma ha protetto Hartley che ne è uscito senza un graffio.

La monoposto incidentata di Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso STR13 viene recuperata
La monoposto incidentata di Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso STR13 viene recuperata
La monoposto incidentata di Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso STR13 viene recuperata
Safety car sul luogo dell'incidente di Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso STR13
Charlie Whiting, Delegato FIA, osserva la scena dell'incidente di Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso STR13 nelle FP3
I resti della monoposto di Brendon Hartley, Toro Rosso STR13, vengono caricati su un camion dopo l'incidente nelle FP3
I marshal rimuovono dal circuito la monoposto incidentata di Brendon Hartley, Toro Rosso STR13

Nel corso dell’ultima sessione di Libere la Toro Rosso di Brendon Hartley è andata a schiantarsi violentemente contro le barriere di protezione poste all’esterno di curva 9 dopo che il pilota ha sbagliato sfiorando con le gomme di sinistra l’erba ai lati del tracciato.

La Toro Rosso di Hartley è andata così a schiantarsi col posteriore danneggiandosi pesantemente ed i meccanici del team italiano non sono riusciti a riparare la vettura in tempo per le qualifiche.

“Un impatto del genere credo sia stato il più grande incidente mai capitato nella mia carriera” ha dichiarato Hartley a Motorsport.com.

“Sinceramente non ricordo di aver avuto un incidente simile in passato, ma questo non dipende dalla botta che ho preso prima”.

“Ho avuto un incidente simile a Silverstone nel 2016 nel primo round del WEC, ma non è paragonabile a quello di oggi. Questo è stato il più importante della mia carriera ed è avvenuto tutto al rallentatore. Stavo andando a marcia indietro verso le barriere e non sapevo quando sarei andato ad impattare”.

“Guardavo negli specchietti per capire quando le protezioni sarebbero arrivate. Di sicuro non è stata una esperienza divertente”.

L’incidente è stato provocato da una sbavatura di Hartley che ha messo le ruote pochi centimetri oltre l’asfalto, ma il pilota della Toro Rosso ha affermato come in quel punto, proprio dove inizia l’erba, è presente un avvallamento che ha causato l’uscita di pista.

“Come sempre ho sfruttato il cordolo per entrare in Curva 9 così come fanno altri piloti, ma in quel giro sono andato oltre di due o tre centimetri. Credo che in quel punto fosse presente una piccola buca che mi ha fatto andare in testacoda molto velocemente”.

Nonostante l’incidente e la partenza dal fondo della griglia, Hartley si è detto convinto di poter concludere la gara a punti ed ha fatto notare come anche Kvyat in passato sia riuscito in questa impresa partendo dalle retrovie proprio a Barcellona.

“Tutti stanno lavorando duramente per fare in modo che la vettura sia pronta per domani.  Non voglio più pensare a questo incidente e concentrarmi sulla gara”.

“Sono consapevole che la Toro Rosso, lo scorso anno, è partita dall’ultima fila ed è riuscita ad andare a punti. Credo che la storia possa ripetersi. Farò il possibile per affrontare la gara di domani come sempre e cercherò di non farmi condizionare dall’incidente di oggi. Il mio obiettivo è andare a punti e sono certo che potrò centrarlo”.

Informazioni aggiuntive di Filip Cleeren and Edd Straw

 

Prossimo Articolo
Ferrari e il... giallo delle gomme più dure a caccia delle Mercedes

Articolo precedente

Ferrari e il... giallo delle gomme più dure a caccia delle Mercedes

Prossimo Articolo

Pirelli, Isola: "Possibile una gara con uno o due pit stop"

Pirelli, Isola: "Possibile una gara con uno o due pit stop"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie