Hartley partirà ultimo al debutto: penalizzato per il cambio del motore!

condivisioni
commenti
Hartley partirà ultimo al debutto: penalizzato per il cambio del motore!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
20 ott 2017, 08:49

La Toro Rosso monta sulla STR12 di Brandon un nuovo motore Renault: il neozelandese che mette piede nel Circus per la prima volta dovrà scontare le penalità visto che si tratta del sesto motore 2017. Certe norme vanno cambiate...

Scuderia Toro Rosso STR12 in garage sotto il telo
Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso and Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team
Scuderia Toro Rosso STR12 bodywork
Franz Tost, Team Principal, Scuderia Toro Rosso, Brendon Hartley, Red Bull Racing third driver

La Formula 1 è in una fase di schizofrenia regolamentare. I soloni del Circus si riempiono la bocca con la volontà di semplificare le regole del gioco, ma non riescono a prendere la minima decisione perché le astrusità più evidenti non debbano essere corrette da provvedimenti logici.

Volete l'ultimo esempio clamoroso? Brendon Hartley, il pilota debuttante della Toro Rosso, farà il suo ingresso nel mondo della Formula 1 dovendo partire in fondo alla griglia di partenza del GP degli USA.

La squadra faentina, infatti, ha programmato la  sostituzione dell'intera power unit Renault sulla STR12 del neozelandese. Franz Tost, team principal Toro Rosso, ha fatto sapere a Motorsport.com che la sostituzione del motore era stata programmata prima che si sapesse che a guidare la macchina usata da Pierre Gasly in Giappone fosse Brendon.

In realtà la Renault ha portato ad Austin tre power unit evolute (una per squadra fornita), con importanti modifiche all’unità endotermica che anticipano una parte delle novità del motore in versione 2018 in abbinamento ad una nuova benzina della Castrol-BP. Modifiche che avranno effetto sia sul rendimento in gara che sul giro singolo in qualifica.

Hartley, quindi, avrà il vantaggio di disporre di un motore evoluto, ma per avere questo "beneficio" dovrà accodarsi a tutti al via della gara, perchè ogni pilota che subentra eredita il monte-motori di chi lo ha preceduto e così il biondino della Porsche nel WEC che si deve giocare le sue chance per meritare un posto in Toro Rosso nel 2018 dovrà pagare subito delle penalità visto che i bonus sulla power unit Renault della sua STR12 erano già stati tutti spesi. Ma ha senso continuare così?

Prossimo articolo Formula 1
Mercedes: ecco il nuovo diffusore posteriore che punta all'efficienza

Previous article

Mercedes: ecco il nuovo diffusore posteriore che punta all'efficienza

Prossimo Articolo

Renault: c'è il motore evoluto che è una prefigurazione 2018!

Renault: c'è il motore evoluto che è una prefigurazione 2018!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP degli USA
Sotto-evento GIovedì
Location Circuito delle Americhe
Piloti Brendon Hartley
Team Toro Rosso Acquista adesso
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie