Hamilton: "Weekend perfetto ma ho dovuto risparmiare il motore"

Il campione del mondo ha colto sul tracciato di casa il quarto successo ed è riuscito ad avvicinare Rosberg in classifica piloti portandosi a soli quattro punti di distacco. Un weekend perfetto pensando a salvaguardare la power unit per il futuro.

Lewis Hamilton ha colto il quarto successo al Gran Premio di Gran Bretagna, sfoderando una prestazione maiuscola sia con l'asciutto che con il bagnato e demolendo psicologicamente il compagno di team Nico Rosberg, apparso oggi decisamente poco performante rispetto al campione del mondo.

Hamilton, che adesso ha decisamente ridotto il distacco in classifica piloti portandosi a soli 4 punti dal tedesco, è impazzito di gioia al termine della gara e una volta sceso dal podio ha deciso di lanciarsi tra il pubblico di casa per ricevere l'affetto dei propri fan.

"Ho sempre desiderato surfare sulla folla, ma avevo paura che mi lasciassero cadere. Volevo toccare i fan, volevo avvicinarmi a loro in qualche modo e mi è sembrato il momento ideale, è stato molto bello. Quando ho visto la folla non ci ho pensato un attimo e mi sono lanciato".

Hamilton ha comandato la gara dal primo all'ultimo giro senza mai essere impensierito da alcuno dei rivali. Una vittoria agevole per il britannico che non si è definito soddisfatto al 100% a seguito del tempo cancellato in qualifica per aver oltrepassato i limiti del tracciato e dell'errore commesso in Curva 1 in gara.

"Direi che il weekend è stato perfetto al 99,8%. Sarebbe stato perfetto al 100% se non avessi avuto cancellato il giro in qualifica e se non avessi avuto un problema in Curva 1 nel corso della gara".

"Non mi sono mai sentito messo sotto pressione da chi mi inseguiva, nonostante recuperassero qualcosa nei vari settori. Ho mantenuto il comando in maniera abbastanza agevole. Devo ringraziare il team per il lavoro svolto. Stiamo progredendo in maniera incredibile ed il livello di affidabilità è eccellente. Ci stiamo spingendo sempre al limite e continueremo a farlo per migliorarci ulteriormente".

Il campione del mondo ha rischiato di vedere compromessa la propria gara sin dai primi giri. Hamilton ha infatti sfiorato la safety car nelle prime fasi di gara, ma è riuscito ad infilare la sua Mercedes nell'unico spazio disponibile per evitare il contatto.

"Ho rischiato di colpire la safety car nei primi giri. I freni posteriori si sono raffreddati molto a causa dell'andatura molto lenta della vettura di sicurezza. Le nostre vetture sono molto veloci, quando ho provato a frenare mi sono accorto che non accadeva nulla. Fortunatamente sono riuscito ad evitare la safety..."

Nonostante il successo ed il recupero in classifica piloti, Hamilton dovrà correre le restanti gare con una spada di Damocle sulla testa per via del motore. Il britannico ha infatti utilizzato oggi la quinta power unit ed è stato costretto a scegliere una mappatura conservativa nel finale per salvaguardare il propulsore.

"Si, sono al quinto motore e sono stato costretto a risparmiarlo parecchio. Nico ha usato la regolazione preimpostata sin dalla partenza, mentre io ho scelto di conservare il motore e scegliere una mappatura diversa quando mancavano circa dieci giri. Speriamo che questo possa darmi qualcosa in più nelle prossime gare". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Silverstone
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista