Hamilton: "Spero che i 3 punti persi oggi non si rivelino determinanti"

condivisioni
commenti
Hamilton: "Spero che i 3 punti persi oggi non si rivelino determinanti"
Di:
30 lug 2017, 15:56

Il britannico ha chiuso al quarto posto dopo aver ceduto la posizione nel finale a Bottas così come richiesto dal team. Hamilton ha lodato le sue performance dopo la sosta, ma spera che l'ordine di scuderia non si riveli un autogoal a fine stagione.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W08, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes-Benz F1 W08
Paul di Resta, Williams FW40
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08

Il gran premio dell'Ungheria ha lasciato l'amaro in bocca a Lewis Hamilton. Il tre volte campione del mondo, infatti, dopo aver offerto una prestazione in Qualifica non all'altezza del suo talento, ottenendo il quarto tempo, ha dapprima patito problemi alla radio che gli hanno impedito di poter comunicare col box, per poi riuscire a mettersi alle spalle delle Ferrari di Raikkonen e Vettel solo grazie ad un plateale rallentamento di Bottas.

Una volta avuta pista libera, Hamilton ha tentato in ogni modo di ridurre il gap dalla SF70H del finlandese, ma ha trovato un Raikkonen in stato di grazia capace di rintuzzare ogni attacco e proteggere la prima posizione di Vettel, e nell'ultimo giro ha dovuto cedere nuovamente la posizione a Bottas, concludendo così in quarta posizione.

Dopo lo strepitoso weekend di Silverstone, Hamilton ha così concluso il Gran Premio di Budapest al quarto posto e, dopo essere giunto ad un solo punto di distacco dal tedesco al termine della gara britannica, ha visto aumentare nuovamente il divario in classifica dal tedesco.

Una volta sceso dalla propria Mercedes, Hamilton è apparso decisamente poco felice in volto, augurandosi che il quarto posto odierno, imposto dal team non si riveli determinante alla fine della stagione. 

"L'ultima curva è stato il momento più brutto della gara. Ho lavorato sodo per avvicinarmi alle Ferrari e tentare di superarle, e dover rallentare sette secondi per consentire a Bottas di farmi passare è stato davvero difficile ma sono contento di averlo fatto. Spero che alla fine della stagione i tre punti persi oggi non si rivelino determinanti".

Hamilton ha cercato di guardare il bicchiere mezzo pieno, evidenziando le ottime performance mostrate dopo la sosta, ma non si è nascosto dietro ad un dito quando ha affermato di non essere assolutamente soddisfatto del risultato finale.

"Siamo una vera squadra ed oggi abbiamo dimostrato quanto. Sono molto contento della mia prestazione, specie nel secondo stint. E' un peccato che su questa pista sia difficile superare, forse su un altro circuito sarei riuscito ad andare in testa. Purtroppo non sono riuscito a portare a casa tutti i punti che volevo ed il mio gap da Vettel è adesso di quattordici lunghezze. Ad ogni modo sono fiero di me stesso".

Il tre volte campione del mondo ha infine lanciato una frecciatina quando gli è stato chiesto se avrebbe dovuto ringraziare Bottas per averlo fatto passare in terza posizione. Hamilton ha affermato di non dover dire grazie ad un compagno di team sempre più ingombrante e di aver rispettato i patti cedendo nuovamente la posizione al finlandese nel finale.

"Perché dovrei ringraziare Valtteri? Non credo sia necessario. Lui ha chiuso al terzo posto ed io gli ho ceduto nuovamente la posizione, penso sia un ringraziamento sufficiente".

 

Prossimo Articolo
Clear: "La Ferrari in una parola: fantastica!"

Articolo precedente

Clear: "La Ferrari in una parola: fantastica!"

Prossimo Articolo

Hulkenberg contro Magnussen: che lite tra i due nel dopo gara!

Hulkenberg contro Magnussen: che lite tra i due nel dopo gara!
Carica commenti