Hamilton: "Non mi interessano i record di Schumacher"

condivisioni
commenti
Hamilton:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
24 set 2017, 16:07

Il pilota della Mercedes quest'anno sta infrangendo i primati stabiliti dal "Kaiser", ma la strada è ancora lunga per arrivare alle 91 vittorie e ai 7 titoli Mondiali, seppur le qualità e gli anni di competizione siano tutti dalla sua parte.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, celebrates victory by waving from his cockpit
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, kicks up sparks under braking
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, il terzo classificato Valtteri Bottas, Mer
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Podium: race winner Michael Schumacher with Kimi Raikkonen and Robert Kubica
Michael Schumacher
Michael Schumacher
Michael Schumacher, Ferrari F399
Michael Schumacher, Ferrari F310

Lewis Hamilton è più carico che mai in vista del gran finale di stagione 2017. Il leader del campionato di Formula 1 sta dando la caccia al suo quarto titolo iridato e, come naturale che sia, l'obiettivo potrebbe essere raggiungere il grandissimo Michael Schumacher.

Avendo 32 anni, l'inglese può tranquillamente puntare ai 7 Mondiali conquistati dal "Kaiser" in carriera, prevedendo ancora diversi anni di presenza in questa serie motoristica. Ma interpellato sull'argomento, ha subito dribblato la domanda.

"Sinceramente penso a lavorare facendo un passo alla volta - ha dichiarato il pilota della Mercedes - E' stata durissima vincere anche solo un titolo in questo campionato, figuratevi quattro, per cui ho le idee abbastanza chiare su ciò che mi aspetta. Come posso pensare di raggiungere Michael? Personalmente non ne ho voglia".

Il fatto è che già quest'anno il bravissimo Lewis è riuscito a raggiungere Schumi a quota 68 pole position (superandolo), anche se manca ancora parecchio per arrivare alle 91 vittorie dell'ex Ferrarista.

"Ogni vittoria che si insegue è eccitante, i record sono lì per essere battuti e qualcuno ogni tanto ci riesce. Se sarò io a farlo, questo non posso dirlo".

"Adoro correre più che mai e credo che stia guidando meglio, penso di essere diventato il pilota più completo che potessi e debbo dire che è una grande sensazione. Mi divertono le sfide come queste, i fatti dicono che la nostra auto se la gioca con Ferrari e a volte Red Bull per cui è ottimo se uno di questi team ci supera perché ti stimola ad affinare le tue qualità e a lavorare per migliorare le tue debolezze".

A fine 2018 il suo contratto con le Frecce D'Argento in teoria scadrebbe, ma "Ham" ha una opzione da esercitare al termine dei 12 mesi precedenti.

"Alla fine di ogni stagione pensiamo sempre al futuro, per il momento ho un programma di cinque anni che viene modificato di volta in volta aggiungendone uno".

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: in Malesia col motore 3 che ha risparmiato un GP a Singapore!

Articolo precedente

Ferrari: in Malesia col motore 3 che ha risparmiato un GP a Singapore!

Prossimo Articolo

Ufficiale: Aston Martin diverrà title sponsor della Red Bull dal 2018

Ufficiale: Aston Martin diverrà title sponsor della Red Bull dal 2018
Carica commenti