Hamilton: "Senza parole, è saltato proprio il mio motore..."

L'incredibile rottura del motore al giro 41 del GP di Malesia ha lasciato di stucco il britannico, che però vuole già pensare ai prossimi impegni sperando ancora nel titolo.

Lewis Hamilton aveva già il GP della Malesia in tasca, ma al giro 41/56 il motore della sua Mercedes è clamorosamente esploso.

Il Campione del Mondo in carica era primissimo e stava gestendo l'enorme vantaggio sulle Red Bull di Ricciardo e Verstappen: mai avrebbe potuto pensare che si verificassero problemi di affidabilità così gravi sulla sua vettura.

Ancora una volta, dunque, Lewis deve arrendersi per guasti tecnici che non hanno niente a che fare con eventuali sue colpe, con il risultato che il Titolo 2016 sta pian piano allontanandosi.

"Sinceramente non so proprio che dire, i ragazzi del team hanno fatto un lavoro fantastico per tutto il weekend, non ho mai avuto il sentore che qualcosa potesse andare storto, in squadra era stato fatto il massimo possibile e le nostre prestazioni sono state fantastiche fin dai primi giorni", ha commentato con grandissima amarezza Hamilton.

"Il motore non era a fine chilometraggio, anzi, era praticamente nuovo. Purtroppo non ho parole per descrivere la situazione se non dire che nelle prossime gare cercherò di fare quanto di bene stavo facendo oggi. Certo, dispiace che con tutti i motori che produce la Mercedes sia saltato proprio il mio".

"E' chiaro che per il campionato le cose si complicano molto, ci restano solo cinque gare, ma con me ho meccanici e ingegneri molto bravi. Dobbiamo lasciarci alle spalle questa bruttissima giornata e concentrarci già sui prossimi impegni".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP della Malesia
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista