Hamilton: "Senza la pioggia non avrei mai passato Norris"

Il sette volte campione del mondo è riuscito finalmente a conquistare la vittoria numero 100 in F1, ma ha ammesso che senza l'arrivo della pioggia sarebbe stato impossibile superare Norris.

Hamilton: "Senza la pioggia non avrei mai passato Norris"

Lewis Hamilton può finalmente festeggiare la vittoria numero 100 in Formula 1. Al termine di un Gran Premio di Sochi reso pazzo nei giri finali per l’improvviso scroscio di pioggia costato caro a Lando Norris, il sette volte campione del mondo è riuscito a tornare daccapo sul gradino più alto del podio dopo una assenza durata ben 5 gare.

L’ultimo successo per la Mercedes, infatti, risale al controverso GP di Silverstone e nella gara di casa Lewis era riuscito a mettere l’autografo sulla vittoria numero 99 dopo lo scontro al primo giro con Max Verstappen.

Da allora per la Mercedes è iniziato un periodo fitto di bocconi amari da mandare giù ed anche oggi sembrava che l’appuntamento con la vittoria sarebbe stato daccapo rinviato.

Il grande protagonista della gara, infatti, è stato Lando Norris. Il pilota della McLaren, scattato dalla pole, ha sfiorato l’impresa prima che la pioggia lo beffasse e gli facesse pagare carissima la scelta di non ascoltare i box e restare fuori nei giri conclusivi con gomme slick.

“Ci è voluto tantissimo tempo per arrivare alla centesima vittoria e non ero più sicuro che ce l’avrei fatta”. Sono state queste le prime parole pronunciate da Hamilton al termine di una gara diventata complicata nel finale.

Hamilton ha vissuto una gara dai due volti. La prima parte, con gomme medie, il sette volte campione del mondo non ha per nulla impressionato restando bloccato a lungo dietro la McLaren di Ricciardo, mentre la seconda parte è stata decisamente più competitiva.

Leggi anche:

Montate le Pirelli hard, Lewis ha cambiato passo sino a portarsi alle spalle di Norris nel finale. L’arrivo delle prime gocce di pioggia ha fatto scattare l’allarme in casa Mercedes ed il muretto box ha chiamato subito Lewis al pit per montare le intermedie nonostante i dubbi di Hamilton.

Il sette volte campione del mondo ha voluto rendere il dovuto merito al 21enne della McLaren per la grande gara disputata, sottolineando come senza l’arrivo della pioggia oggi non avrebbe mai avuto la possibilità di passare al comando.

“Lando ha fatto un lavoro fantastico. Ha avuto un passo incredibile. Vincere davanti al mio ex team mi ha lasciato un po' di amaro in bocca. La McLaren sta facendo un lavoro strepitoso. Sarebbe stata dura superare Lando senza la pioggia, ma quando ha iniziato a piovere siamo stati opportunisti”.  

Hamilton ha poi voluto ringraziare il suo team per avergli imposto un cambio gomme rivelatosi fondamentale nell’economia della gara.

“Non sapevo bene cosa sarebbe successo alla fine perché il meteo era un incognita, ma sono grato al team per avermi chiamato al pit. Grazie a loro sono riuscito a conquistare la vittoria numero 100”.

La vittoria numero 100 ha consentito a Lewis di tornare nuovamente al comando della classifica piloti, ma il pilota della Mercedes si aspettava di lasciare Sochi con un margine in classifica su Verstappen ben più ampio dei 2 punti odierni.

L’olandese, scattato dal fondo della griglia, è stato letteralmente baciato dalla fortuna con l’arrivo della pioggia riuscendo a conquistare un inatteso secondo gradino del podio.

 “Max ha fatto un grandissimo lavoro rimontando dall’ultimo al secondo posto e da qui in avanti sarà dura. Per lui questo è un risultato da sogno”.

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes W12 taglia il traguardo
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes W12 taglia il traguardo
1/8

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, McLaren MCL35M, Lewis Hamilton, Mercedes W12
Daniel Ricciardo, McLaren MCL35M, Lewis Hamilton, Mercedes W12
2/8

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, lascia il suo box mentre Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Lewis Hamilton, Mercedes W12, lascia il suo box mentre Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
3/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
4/8

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
5/8

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes W12
Vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes W12
6/8

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
7/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes arriva in pista
Lewis Hamilton, Mercedes arriva in pista
8/8

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Hamilton zar a Sochi: 100esima vittoria, ma Verstappen è secondo!
Articolo precedente

Hamilton zar a Sochi: 100esima vittoria, ma Verstappen è secondo!

Prossimo Articolo

Sainz: "La pioggia è arrivata quando stavo finendo le gomme"

Sainz: "La pioggia è arrivata quando stavo finendo le gomme"
Carica commenti
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021