Hamilton: "Raikkonen? Mancherà alla F1. Da piccolo ero sempre Kimi giocando alla Playstation"

condivisioni
commenti
Hamilton:
Di: Franco Nugnes
06 set 2018, 09:28

Lewis ricorda il suo legame con Iceman mentre si parla che sia Leclerc il ferrarista a prendere il posto di Iceman nel 2019: "La prima McLaren che ho guidato aveva il suo assetto e mi ero trovato abbastanza bene segno che avevamo stili di guida simili".

Pole sitter Kimi Raikkonen, Ferrari celebrates in parc ferme with Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H making contact with Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09 and Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H leads the race
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H

Ormai si aspetta solo l'annuncio della Ferrari che ufficializzerà Charles Leclerc pilota titolare al posto di Kimi Raikkonen. A fine stagione il pilota finlandese potrebbe essere costretto a lasciare la F1 a 39 anni sebbene la sua voglia di correre nei GP non si è affatto affievolita, visto che a Monza si è rivelato ancora competitivo conquistando la pole position del GP d'Italia con la SF71H.

Lewis Hamilton, il pilota che domenica ha negato a Iceman il ritorno alla vittoria che gli manca da 109 GP, è sicuro che l'eventuale uscita dal Circus di Kimi lascerà un segno, tanto più che la sua carriera iniziale si è intrecciata con il pilota finlandese per alcuni aspetti curiosi che il quattro volte campione del mondo ha voluto ricordare...
"Non mi sono dimenticato che prima di arrivare in Formula 1, quando stavo giocando alla PlayStation, io sceglievo di essere sempre Kimi sulla McLaren, immaginando di essere io".

"Quello non è l'unico ricordo, perché la prima McLaren che ho guidato era una monoposto di Kimi con l'assetto che era quello usato da lui. Per me era stata un'esperienza fantastica, ma rammento che il nostro stile di guida fosse abbastanza simile, dal momento che mi ero trovato abbastanza a mio agio con il set-up che usava allora".

"Kimi ha avuto una carriera incredibile ed è stato un vero onore gareggiare contro un grande finlandese come lui. In realtà sembra un tipo freddo, ma non lo è. E poi si tiene in gran forma perché non sembra invecchiare".

Raikkonen, ha totalizzato 284 presenze nei Gran Premi ma da quando è tornato alla Ferrari nel 2014 non ha più vinto un GP per incrementare il suo bottino di 20 successi. È terzo nel campionato di quest'anno, a 62 punti dal compagno di squadra Sebastian Vettel, con 9 podi in 14 GP.  Il secondo posto a Monza è stato il suo 100esimo podio in F1.

Dichiarazioni aggiuntive di Scott Mitchell

Prossimo articolo Formula 1
Test Pirelli: oggi al Paul Ricard Norris si dedica allo sviluppo delle gomme intermedie

Articolo precedente

Test Pirelli: oggi al Paul Ricard Norris si dedica allo sviluppo delle gomme intermedie

Prossimo Articolo

Toro Rosso: la carenatura del comando DRS ha evitato il bloccaggio del flap mobile

Toro Rosso: la carenatura del comando DRS ha evitato il bloccaggio del flap mobile
Carica commenti