Hamilton: "Per battere Valtteri devo essere sempre al limite"

Lewis Hamilton conquista la sua novantunesima pole position in carriera in Inghilterra, a Silverstone, in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna. Il pilota Mercedes ha dovuto faticare più del previsto, commettendo un errore in Q2 ma ottenendo comunque il massimo risultato possibile anche per via di un Bottas che non concede nulla

Hamilton: "Per battere Valtteri devo essere sempre al limite"

Ormai ci siamo abituati: dietro la mascherina necessaria al fine di rispettare le misure anti-coronavirus, Lewis Hamilton è sempre raggiante. Il pilota inglese ha conquistato a Silverstone la sua pole numero 91 in carriera - migliorando il record all-time che già gli appartiene - arrivando a quota 7 sull'ex aeroporto della RAF.

Leggi anche:

Con il tempo di 1'24''303 Hamilton ha anche fatto segnare il nuovo record del tracciato, rifilando oltre 3 decimi al compagno di team, Valtteri Bottas. Ma non è tutto oro quel che luccica: in occasione del primo tentativo della Q2, Lewis ha commesso un errore in uscita dalla curva 7, finendo in testacoda in ghiaia e inondando di detriti quella zona della pista, rendendo necessaria la bandiera rossa per ripulire la lingua d'asfalto.

Il risultato, però, è più che soddisfacente. "Alla fine c'è un grosso distacco tra noi ed il terzo posto, ma non importa: è Valtteri a spingermi al limite", commenta Lewis appena sceso dalla sua W11. 

"Ho apportato qualche cambiamento prima della qualifica, ma ho solo peggiorato la situazione. La pista è fantastica, ma con il vento che gira cambia tutto da un momento all'altro. Mi sono girato in Q2, il che è stato un male: nelle qualifiche devi costruire fiducia giro dopo giro: ho cercato di ritrovare calma e compostezza con un respiro profondo, anche perché ero dietro a Valtteri. Il Q3 è iniziato bene, ma il secondo tentativo è stato perfetto".

Sull'assenza del pubblico, che di solito lo coccola tantissimo nella gara di casa, ha aggiunto: "Sarebbe stato bello vedere il pubblico, con sirene, fumo e tutta l'atmosfera  che è in fermento: quando sali in auto l'energia è diversa. Spero siano contenti di quello che ho fatto, nonostante mi abbiano visto da casa. Ringrazio il team, anche i ragazzi in fabbrica: fanno sempre tantissimo, sono fiero di tutto ciò", conclude Hamilton.

Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 con il premio Pirelli Pole Position
Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 con il premio Pirelli Pole Position
1/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 firma il premio Pirelli Pole Position
Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 firma il premio Pirelli Pole Position
2/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, festeggia la pole postion nel parc ferme
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, festeggia la pole postion nel parc ferme
3/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
4/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

La macchina di Lewis Hamilton, conquista la pole position, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16 nel parc ferme
La macchina di Lewis Hamilton, conquista la pole position, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16 nel parc ferme
5/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, conquista la pole position e festeggia con il team nel parc ferme
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, conquista la pole position e festeggia con il team nel parc ferme
6/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 festeggia nel Parc Ferme
Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 festeggia nel Parc Ferme
7/8

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
8/8

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
F1, Gran Bretagna: Hamilton in pole, il vuoto dietro le Mercedes

Articolo precedente

F1, Gran Bretagna: Hamilton in pole, il vuoto dietro le Mercedes

Prossimo Articolo

Leclerc stupito: "Non mi aspettavo di partire quarto"

Leclerc stupito: "Non mi aspettavo di partire quarto"
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021