Hamilton: "Non voglio partire dalla pit lane, la rimonta sarà difficile!"

Lewis Hamilton ha deciso di schierarsi in ultima fila nel GP del Belgio. L'inglese ritiene difficile risalire le posizioni per la pressione delle gomme troppo alta che manda in crisi la sua Mercedes. E' solo tattica o paura di non farcela?

Mentre nel paddock di Spa si scommette sulla posizione che occuperà Lewis Hamilton dopo dieci giri di gara, il campione del Mondo ha innestato una decisa retromarcia dichiarando che non sarà semplice concludere il Gran Premio in zona punti.

Parole di circostanza, ovviamente, o un tentativo (esagerato) di voler preparare il terreno per una grande impresa.

Fatto sta che Hamilton si è impegnato davvero nel sostenere una previsione in cui probabilmente lui è il primo a non credere...
“E’ una situazione completamente diverse rispetto al Gran Premio di Cina (nel quale Hamilton era partito ultimo arrivando settimo),  a Shanghai non c’erano stati dei precedenti problemi di gomme, e la pressione degli pneumatici non era su valori ridicoli come quelli di questo weekend".

"I problemi dello scorso anno hanno portato le pressioni a 23 o 24 (psi), un valore altissimo, che io non ho mai visto in tutta la mia carriera in pista. In Cina la durata delle gomme era buona, qui non credo che si potrà fare molto per evitare il surriscaldamento. E questo renderà la corsa di domani molto difficile”.

Spa non è una pista favorevole per i sorpassi?
“Se avessi la possibilità di poter scegliere una pista su cui partire ultimo e provare una rimonta – ha proseguito Lewis – credo che Spa non sarebbe nelle prime tre. Fino alla Eau Rouge solitamente c’è una buona scia, ma con queste temperature molto elevate è difficile restare dietro un avversario per più tempo".

"Il mio obiettivo è quello di ritardare il primo pit-stop il più possibile, cercando di non essere nel traffico, ma non sono convinto di riuscire a raggiungere la top-10 in questa situazione e con queste gomme. Spero di sbagliarmi, ed in quel caso sarò piacevolmente sorpreso”.

Hamilton ha dichiarato che partirà dall’ultima fila della griglia di partenza e non dai box, nonostante qualche rischio in più legato alla prima frenata alla Source...
“Non mi piace partire dalla pit-lane, perché vuol dire dover aspettare che tutti gli avversari siano transitati, e su questa pista equivale ad uscire dai box quando il gruppo è già alla Eau Rouge. C’è sempre qualche rischio alla prima curva, ma ovviamente non è certo che ci sarà domani”.

Messo alle strette sull’obiettivo che si è prefissato per la gara, Hamilton ha ceduto un po’ all’ottimismo:
“Potrebbero verificarsi delle circostanzi favorevoli, come un ingresso in pista della safety-car, o questo genere di cose. Ma ripeto, con queste gomme sarà una gara molto in salita, e vedo molto molto difficile poter pensare di puntare al podio”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Belgio
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie