Hamilton: "Non voglio diventare Hulk, ma non sono mai stato così forte"

condivisioni
commenti
Hamilton:
Di:
20 feb 2019, 13:40

Lewis si è presentato a Barcellona con una forma fisica perfetta: “Non sono mai stato meglio, ho guadagnato 2 kg di massa muscolare". "La Ferrari ha iniziato bene, ma noi abbiamo svolto un lavoro di comprensione della W10". "Le nuove regole? Non ho notato grandi differenze".

Se il regolamento tecnico ha modificato l’aspetto delle monoposto, quello sportivo (che dal 2019 consente ai piloti di pesare fino ad 80 kg senza pagare dazio sul fronte della performance) ha mutato l’immagine di alcuni piloti. Lewis Hamilton, abituato per sua natura alla prima posizione, è leader anche in questa particolare classifica.

Il campione del Mondo si è presentato a Barcellona con un aspetto visibilmente più massiccio, ma è ovviamente tutta massa muscolare, frutto di un intenso programma di allenamento completato nella pausa invernale.

“Non sono mai stato meglio”, ha esordito, e questo non può che essere un messaggio poco tranquillizzante per la concorrenza. Per il resto è sempre Lewis, arrivato alla prima conferenza stampa del 2019 indossando un discreto numero di accessori in oro: due anelli, cinque orecchini, due collane e un orologio non proprio discreto.

Vettel ha commentato come ‘vicino alla perfezione’ il suo primo giorno di test. Come è andata a te?
“È un bene per lui, ed in effetti hanno completato una giornata magnifica. Il nostro programma prevedeva un intenso lavoro mirato alla comprensione della monoposto, che alla fine è ciò che facciamo ogni anno. La Ferrari sembra essere sempre particolarmente competitiva in questi test, lo abbiamo visto negli ultimi anni, quindi c'era da aspettarselo”.

Credi che le nuove regole aiuteranno ad offrire un maggiore spettacolo in gara?
“Non ne ho idea. Onestamente non sapevo che dietro questo cambiamento ci fosse l’obiettivo di migliorare lo spettacolo in gara, e non sono sicuro che ciò avverrà davvero. Mi è capitato di seguire un’altra monoposto nella giornata di ieri e non ho notato differenze in tale senso rispetto allo scorso anno. Ma bisognerà fare altre verifiche, e alla fine spero che possa davvero esserci un miglioramento in gara”.

Valtteri sembra essere arrivato molto carico alla vigilia di questa stagione….
“Sono entusiasta di Valtteri, è stato un tassello prezioso nell’organigramma della squadra negli ultimi due anni. Non immaginate quanto sia complesso ambientarsi in un nuovo team, è cresciuto molto e credo continuerà a farlo. Ma sono sicuro che sarà molto agguerrito in questa stagione e, come squadra, lo sosterremo in ogni modo possibile. Tra noi c’è un ottimo rapporto lavorativo, condividiamo impressioni ed informazioni, e spero che continui su questa linea”.

Condividi le preoccupazioni di Toto sulla Brexit?
“Non ho letto ciò che ha detto, quindi non posso commentare”.

Leggi anche:

A cosa presti maggiore attenzione quando sei in macchina in questa fase dei test?
“Quando guidi per la prima volta una macchina, devi prendere tutto con prudenza, perché non è la monoposto con cui sarai in pista a Melbourne. Di solito una nuova vettura è squilibrata e non particolarmente facile da guidare. Non hai ancora la possibilità di prevedere come si comporterà in certe situazioni, ma è questo il lavoro che siamo chiamati a fare in questi test. Ad un primo approccio la monoposto mi è sembrata simile a quella dello scorso anno, non ho sentito una differenza enorme. Abbiamo un po' meno carico aerodinamico rispetto allo scorso anno, ma era nelle previsioni, e ci sono alcune nuove caratteristiche della vettura che, nel corso della stagione, scopriremo se sono migliori o meno. Al momento non lo so ancora”.

Toto ha confermato di averti trovato particolarmente in forma. Ti senti meglio dello scorso anno?
“Confermo. Mi sento nella forma migliore in cui sia mai stato. Sono qui pronto ad affrontare la settima stagione con questa squadra”.

Diversi piloti hanno confermato di aver aggiunto due chili di massa muscolare, confermi?
“Nel mio caso molto più di questo, ma sono ancora entro il limite, quindi sono stato... bravo. L’allenamento è stato nei fondamentali lo stesso di sempre, ma ho aggiunto cose nuove. Ho lavorato con diverse persone, non con un trainer fisso, preferendo fare delle sessioni particolari di una settimana, ad esempio. Ho provato diverse esperienze”.

Hai notato qualcosa di diverso in Valtteri a parte la… barba?
“Stavo proprio per dire la... barba!”.

Credi che sarà più aggressivo in questa stagione?
“Posso supporre che cercherà di essere più aggressivo, sono sicuro che spingerà più forte, e che avrà spinto più forte anche nel programma di allenamento. È sempre stato incredibilmente determinato dal giorno in cui è arrivato in squadra, sono sicuro che sa bene dove deve concentrarsi”.

Dopo due anni con Valtteri, che bilancio fai rispetto alle due precedenti stagioni con Nico?
“Ogni compagno di squadra è diverso, ha qualità diverse, un diverso approccio e valori etici differenti. In definitiva direi che Valtteri è stato probabilmente il pilota più completo ed umile con cui ho lavorato, ed è per questo che abbiamo una così buona atmosfera all'interno del team, senza dimenticare il contributo che ha garantito per la conquista degli ultimi due titoli Mondiali”.

Riassumendo intendi dire che è più facile rispetto a quando nel team c’era Nico?
“Diciamo che con i finlandesi è facile lavorare!”.

Credi che Leclerc possa confermarsi all’altezza di Vettel proponendosi come un candidato al titolo?
“Lo dirà il tempo, e non trovo giusto in questa fase mettere questa aspettativa sulle sue spalle. È solo al suo secondo anno in Formula 1 ed è giovane, quindi potrebbe anche commettere qualche errore. È ovviamente molto veloce, di grande talento e molto probabilmente sorprenderà molto, ma non dimentichiamo che il suo compagno di squadra è un quattro volte campione del Mondo, quindi sarà interessante osservare come funzionerà questa inedita coppia, da una parte l’esperienza di Seb dall’altro l’entusiasmo di Charles, che mi ricorda un po' il tempo in cui esordii in McLaren”.

Hai pensato alla possibilità del tuo sesto titolo e a quella del sesto titolo consecutivo per il team?
“Non è ciò su cui siamo concentrati, intendo non il numero, anche se sei titoli consecutivi non li ha mai conquistati nessuno. Siamo sempre spinti a fare qualcosa di nuovo, e rompere le barriere puntando a traguardi che nessuno ha mai raggiunto, ma siamo sempre stati consapevoli che è richiesto uno sforzo enorme. Quindi nessuno si sogna di dire “andiamo a prendere il sesto titolo” come se fosse una passeggiata, sarebbe un errore. È una nuova stagione, un nuovo anno, un nuovo capitolo, e dobbiamo affrontarlo come se fosse il nostro primo anno”.

Hai parlato di un allenamento invernale un po' diverso rispetto al solito. Puoi entrare un po' più nel dettaglio?
“No! (ride) Ma davvero ci sono cose che fai che non vuoi mostrare a tutti, inclusi gli avversari. Non vedi Federer che parla e mostra come si allena, e lo stesso fa Nadal. Posso dire che ho fatto cose diverse, arti marziali, altri sport, ho fatto alcune cose con mio padre, ad esempio. Ho alternato discipline differenti che usano diverse parti del corpo”.

Ti sei concesso qualche snack?
"Non mi concedo troppo spesso degli snack, ma durante l'inverno ho potuto mangiare quello che volevo, quindi pancake, patatine… tutta quella roba. Ma sono rimasto molto attivo, e poi nell'ultimo mese mi sono stato abbastanza ‘pulito’, la massa grassa è scesa e quella muscolare è aumentata. Non sto cercando di essere Hulk, ma ci vuole del tempo per mettere su muscoli nel modo giusto. Rispetto a quando ho fatto il sedile ho messo su un paio di chili quando sono arrivato qui a Barcellona, ma ora sono tornato in linea. Ho lavorato con un istruttore vegano, una persona che ha sposato questo regime alimentare per tutta la sua vita, così come con altri atleti, ed è stato interessante confrontare le diverse visioni: ognuno ha le proprie opinioni su come fare un certo esercizio”.

Scorrimento
Lista

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
1/20

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
2/20

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
3/20

Foto di: Charles Coates / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
4/20

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
5/20

Foto di: Jerry Andre / Sutton Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
6/20

Foto di: Charles Coates / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
7/20

Foto di: Charles Coates / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
8/20

Foto di: Charles Coates / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
9/20

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
10/20

Foto di: Steve Etherington / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
11/20

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
12/20

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
13/20

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10.
14/20

Foto di: Rubio / Sutton Images

Dettaglio della telecamera sull'halo della monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Dettaglio della telecamera sull'halo della monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
15/20

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+ e Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR14

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+ e Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR14
16/20

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Il riflesso di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+ nello specchietto della sua monoposto

Il riflesso di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+ nello specchietto della sua monoposto
17/20

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
18/20

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10.
19/20

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W10 EQ Power+
20/20

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Prossimo Articolo
Motorsport Live: vivi un'esperienza unica dietro alle quinte del team Renault F1

Articolo precedente

Motorsport Live: vivi un'esperienza unica dietro alle quinte del team Renault F1

Prossimo Articolo

Williams in pista! La FW42 si presenta con un'inedita sospensione anteriore

Williams in pista! La FW42 si presenta con un'inedita sospensione anteriore
Carica commenti
Be first to get
breaking news