Hamilton: "Mi sono divertito! Continuo a cercare i limiti della mia Mercedes"

condivisioni
commenti
Hamilton:
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
24 nov 2018, 15:35

Il campione del mondo è soddisfatto della prestazione record nelle qualifiche del GP di Abu Dhabi: Lewis ha centrato l'11esima pole della stagione regalando alla Mercedes una bella prima fila insieme a Bottas. Hamilton teme anche la Red Bull in gara.

Sebastian Vettel, Ferrari, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, con Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, festeggia dopo aver conquistato la pole position
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09 EQ Power+
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Lewis Hamilton è consapevole di aver conquistato una pole position speciale. L’inglese ha centrato l’11esima partenza al palo della stagione disponendo di una Mercedes che monta un motore salvato da un surriscaldamento in Brasile e che dispone dei cerchi con i fori, oltre a una serie di sensori (che costano peso) ma che saranno molto preziosi nei test delle gomme Pirelli 2019 in programma martedì e mercoledì. Non solo, ma la W09 disponeva del sistema che simula le quattro ruote sterzanti che hanno fatto la differenza con Valtteri Bottas che, invece, non lo gradisce.

“E' stata una bella sessione di qualifica perché è stata molto divertente. Sinceramente, ero piuttosto emozionato perché sapevo che sarebbe stata l’ultima volta alla ricerca del giro secco con questa monoposto con la quale ho fatto un lungo percorso pieno di soddisfazioni e ci tenevo a tributarle un bel saluto”.

Leggi anche:

“Devo dire che la squadra ha fatto un buon lavoro in questo fine settimana perché è riuscita a portare la macchina a lavorare nella giusta finestra di funzionamento delle gomme. Siccome ero riuscito a centrare un buon tempo nel primo run della Q3, ho cercato di migliorare nel secondo perché sapevo che Valtteri sarebbe arrivato molto vicino”.

“Sono riuscito ad abbassare il mio tempo e non c’è modo migliore per concludere una stagione che con un bel uno-due in qualifica. Questi risultati non sarei riuscito a conquistarli senza la Mercedes, sono orgoglioso di far parte di questa squadra dal 2013”.

Questa pole è importante per mantenere la concentrazione dopo la conquista del titolo?
“Non credo proprio. Non lo so. Quest'anno mi sento a posto e voglio continuare a spingere alla ricerca dei limiti: voglio finire la stagione al meglio per mettere le basi alla prossima stagione. Oggi sono davvero molto felice”.

La Red Bull è solo in terza fila, ma può essere una minaccia?
“Saranno forti domani, loro lo sono sempre in gara. Ormai conosciamo lo schema: siamo più veloci in qualifica, perché non hanno il passo nel giro secco, ma in gara arrivano sempre. Probabilmente riescono a sfruttare meglio le gomme, mentre tutti gli altri devono gestire gli pneumatici, loro possono continuare a tirare. E questa è una pista dove è facile… sorpassare”.

Prossimo Articolo
Vettel: "Peccato per la prima fila, ma domani partiremo con le Ultrasoft e daremo tutto"

Articolo precedente

Vettel: "Peccato per la prima fila, ma domani partiremo con le Ultrasoft e daremo tutto"

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le Qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi 2018

Fotogallery F1: le Qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi 2018
Carica commenti