Hamilton: "Mi piace pensare di aver fatto la differenza in qualifica"

condivisioni
commenti
Hamilton:
26 mag 2018, 15:27

Il campione del mondo ha regalato una guida eccezionale in qualifica andando oltre le difficoltà della Mercedes e solo per un errore al secondo tentativo in Q3 non ha centrato il secondo tempo.

Cambio dell'ala anteriore sulla monoposto di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Il poleman Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, festeggia con Sebastian Vettel, Ferrari, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Sebastian Vettel, Ferrari, il poleman Daniel Ricciardo, Red Bull Racing e Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09

E' stata una sessione di qualifiche complessa quella vissuta dalla Mercedes a Montecarlo. Già alla vigilia si sapeva che la W09 mal si adattava alle caratteristiche del tracciato del Principato, ma in occasione del Q2 Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno rischiato non poco quando hanno deciso di tentare il passaggio del turno con le Ultra Soft senza ottenere tempi di rilievo e sfiorando una clamorosa eliminazione.

Gli strateghi del team campione del mondo hanno messo una pezza all'errore commesso facendo calzare alle due vetture della stella la mescola più morbida che ha poi consentito ad entrambi i piloti di passare agevolmente in Q3.

Proprio nell'ultimo turno si è assistito ad uno show personale di Lewis Hamilton. L'inglese, infatti, ha guidato oltre le difficoltà della propria monoposto realizzando un ottimo primo tentativo che, inizialmente, l'aveva proiettato in seconda posizione alle spalle dell'imprendibile Ricciardo.

Hamilton ha poi tentato di migliorarsi nel secondo tentativo, ma non è riuscito ad essere ugualmente incisivo e si è dovuto accontentare del terzo crono di giornata dopo essere stato sopravanzato da Sebastian Vettel.

Il risultato odierno è stato comunque accolto con moderata soddisfazione dal campione del mondo in carica. Hamilton, infatti, ha affermato di non essere stato sorpreso dalle performance mostrate dalla Red Bull e di aver commesso un piccolo errore che l'ha privato della partenza dalla seconda fila.

"E' stata una buona sessione. Abbiamo fatto il nostro massimo ma la nostra vettura non era all'altezza della Red Bull. Ad ogni modo sono soddisfatto del mio primo tentativo in Q3, mentre nel secondo ho perso qualcosa nell'ultimo settore. Probabilmente senza questa sbavatura sarei riuscito a salire al secondo posto". 

"Sapevamo che su questo circuito non saremmo stati abbastanza veloci, ma non abbiamo avuto particolari problemi. Sono stati gli altri ad andare meglio di noi. La Red Bull ha un DNA perfetto per questa pista ed è per questo che va così forte qui".

Il primo tentativo in Q3 è stato un piccolo capolavoro regalato da Hamilton agli appassionati e Lewis si è detto consapevole di aver fatto la differenza in quel frangente.

"Mi piace pensare di aver fatto un po' di differenza in qualifica e questo mi ha consentito di ottenere la terza posizione in griglia. Avrei anche potuto centrare il secondo tempo, ma va bene così".

La partenza dalla terza casella in griglia potrebbe, teoricamente, aver già pregiudicato ogni possibilità di successo per il pilota della Mercedes, ma Hamilton non vuole fare pronostici. Secondo l'inglese domani potrà accadere di tutto e buona parte del risultato finale dipenderà da come funzioneranno le Pirelli e da quali strategie saranno adattate in gara.

"Non ho idea di quale sarà la chiave della gara, sarà una incognita. Non sappiamo come andranno le gomme, non sappiamo come funzioneranno sulle altre vetture. Sarà dura come sempre. Potrebbe essere una gara noiosa o piena di colpi di scena. Ci potrà essere qualcuno che adotterà una strategia a due soste. Al momento si può solo cercare di fare pronostici".

Prossimo articolo Formula 1
Vettel: "Non potevo battere Ricciardo, ma domani è un'altra cosa"

Previous article

Vettel: "Non potevo battere Ricciardo, ma domani è un'altra cosa"

Prossimo Articolo

Ricciardo: "Cerco redenzione dopo il 2016. Domani voglio vincere"

Ricciardo: "Cerco redenzione dopo il 2016. Domani voglio vincere"
Carica commenti