Hamilton: "Magic button al riparo per evitare altre Baku"

Lewis Hamilton rivela che la Mercedes ha coperto il "Magic button" per evitare che in futuro possa accadere quanto visto alla ripartenza del GP d'Azerbaijan, dove Lewis ha gettato al vento una grande opportunità per tornare in testa al Mondiale.

Hamilton: "Magic button al riparo per evitare altre Baku"

Sono passate ormai 2 settimane dal Gran Premio d'Azerbaijan, ma continua a tenere banco l'errore commesso da Lewis Hamilton alla ripartenza del GP, a 2 giri dal termine dello stesso dopo la bandiera rossa esposta causata dall'incidente di Max Verstappen.

Hamilton, a quel punto, aveva in mano la possibilità concreta di portare a casa almeno 18 punti e tornare in testa al Mondiale. Invece, un errore commesso dopo la ripartenza per aver toccato il cosiddetto "Magic button" lo ha fatto arrivare lungo alla prima staccata e lo ha portato a perdere tutto.

Nella conferenza stampa del giovedì al Paul Ricard, il 7 volte iridato ha fatto sapere che la Mercedes non ha deciso di spostare il bottone che ha causato l'errore del pilota, ma di coprirlo con una sorta di involucro, per evitare che urti involontari possano ancora farlo entrare in azione in momenti tutt'altro che consoni. Proprio com'è successo a Baku.

"Non abbiamo spostato il bottone. Lo abbiamo solo coperto per essere sicuri che non si ripresenti quanto accaduto a Baku, per evitare che io possa toccarlo involontariamente un'altra volta", ha rivelato Hamilton.

"Ma questa è una soluzione a breve termine. Non è una cosa semplice cambiare o muovere un bottone. E' stato tutto pensato e progettato per essere in un certo punto. Dunque cercheremo di trovare una soluzione a lungo termine per il futuro, probabilmente".

Ricordiamo che il "Magic button" non è altro che la mappatura utilizzata in Mercedes per regolare una serie di parametri, tra cui quelli relativi alla temperatura dei freni, in regime di safety car e Virtual Safety Car.

Hamilton, dal canto suo, è tornato su quel lungo che lo ha privato di un risultato alla vigilia insperato. Per lui, quello fatto a Baku, non si deve considerare un errore. Ecco perché.

"Non ho certo fatto un errore sotto la pressione di Max! Quello che ho fatto a Baku non lo considero nemmeno un errore. Non so quale sia stato quello precedente, a dire il vero. Ma non sento alcuna pressione. Sono abbastanza rilassato e non posso essere perfetto".

"Un errore è quando vai fuori pista sbagliando il punto di frenata o vai a muro. Ma non è stato quello il caso. E' stato una sorta di errore non forzato, ma è qualcosa che è successo a Baku. Sarebbe potuto accadere ovunque".

"Purtroppo è difficile pensare a quello che è successo in Azerbaijan. Ma abbiamo imparato dall'esperienza che abbiamo fatto e andiamo avanti".

condivisioni
commenti
Ferrari: c'è un'ala anteriore con un ricciolo più grande
Articolo precedente

Ferrari: c'è un'ala anteriore con un ricciolo più grande

Prossimo Articolo

Gasly: "Il mio futuro è nelle mani della Red Bull"

Gasly: "Il mio futuro è nelle mani della Red Bull"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021