Hamilton: ieri si era rotto il sedile nell'impatto delle libere 2!

condivisioni
commenti
Hamilton: ieri si era rotto il sedile nell'impatto delle libere 2!
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
23 lug 2016, 10:44

La Mercedes ha scoperto che il sedile di Lewis Hamilton ieri si era rotto nell'incidente del secondo turno di prove libere. La riparazione è stata fatta questa mattina. L'impatto è avvenuto con 12G di forza laterale.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid ritorna ai box nella seconda sessione di prove dopo aver
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid

La Mercedes ha rivelato che il sedile di Lewis Hamilton si è rotto nell'incidente di ieri durante la seconda sessione di prove per il Gran Premio d'Ungheria.

Il britannico aveva perso il controllo della W07 Hybrid dopo aver toccato i cordoli all'ingresso della Curva 11 e dopo un testacoda ad alta velocità è andato a colpire le barriere lateralmente dopo aver attraversato tutta la via di fuga.

Gli strumenti di bordo hanno registrato che l'impatto di Hamilton è stato di 12G, causando molti danni alla monoposto che è stata prontamente smontata per la riparazione. Tuttavia, è emerso solo sabato mattina che a cedere era stato anche il sedile anatomico che si sarebbe rotto per il particolare angolo dello schianto.

Hamilton ha cambiato il sedile durante l'ultimo turno di prove libere di questa mattina e ha cercato di adattare il suo posto di guida alle sue esigenze nella speranza di ritrovare una posizione confortevole come prima.

I cedimenti di sedile sono una cosa piuttosto rara i Formula 1, anche se è da ricordare che proprio quest'anno Fernando Alonso aveva patito l'incrinatura del suo nel terribile incidente nel corso del
Gran Premio d'Australia.

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: irrobustita la protezione della turbina dello 061/1

Articolo precedente

Ferrari: irrobustita la protezione della turbina dello 061/1

Prossimo Articolo

Simulazione GP Germania: in pieno per il 66% del giro a Hockenheim

Simulazione GP Germania: in pieno per il 66% del giro a Hockenheim
Carica commenti