Hamilton: "Ho faticato per tenere la Mercedes in pista"

Il sette volte campione del mondo ha chiuso le FP2 con il miglior tempo ed un margine di 143 millesimi su Verstappen, ma ha affermato di aver sofferto nel trovare il giusto bilanciamento con la sua W12.

Hamilton: "Ho faticato per tenere la Mercedes in pista"

E’ un venerdì di Portimao a tinte Mercedes. Le due sessioni di prove libere andate in scena sullo splendido tracciato dell’Algarve hanno infatti visto Valtteri Bottas chiudere con il miglior crono le FP1 e Lewis Hamilton mettere il proprio autografo in cima alla lista dei tempi al termine delle FP2.

In entrambe le sessioni, però, è stato sempre Max Verstappen ad inserirsi tra le due W12, confermando così il proprio ruolo di sfidante principale del sette volte campione del mondo.

Il pilota olandese è sembrato a proprio agio con la RB16B, mentre Lewis Hamilton, nonostante il miglior crono in 1’19'’837, è apparso già al limite e non del tutto soddisfatto del bilanciamento della sua monoposto.

L’inglese è riuscito ad infliggere a Verstappen un gap di 143 millesimi, ma a fine turno si è lamentato delle condizioni particolarmente scivolose della pista.

“Oggi il vento ha dato molto fastidio. Tutti hanno fatto fatica e scivolavano molto, sembrava che tutti lottassero per trovare il giusto bilanciamento. Con le condizioni viste oggi è difficile dire se i problemi siano legati alla vettura o al vento, ma posso dire che è stata una vera sfida riuscire a tenere la macchina in pista”.

Hamilton ha poi criticato la scelta della Pirelli di portare in Portogallo i compound più duri della gamma, vale a dire C1 (hard), C2 (medie) e C3 (soft). Per il pilota della Mercedes la Casa italiana avrebbe dovuto optare per una scelta più aggressiva.

“Quando siamo venuti qui nel 2020 avevamo delle mescole troppo dure e sembra che la stessa cosa si sia ripetuta oggi. Quest’anno, inoltre, abbiamo degli pneumatici con una mescola ancora più dura. Credo che avremmo dovuto avere a disposizione le C2, C3 e C4, ma siamo tutti nella stessa situazione”.

Lewis ha poi sottolineato come oltre al vento, al pomeriggio abbia giocato un ruolo determinante anche l’innalzamento delle temperature che ha reso più lento il tracciato.

“Non c’è stata una evoluzione sostanziale della pista dal mattino al pomeriggio a causa delle temperature più elevate che abbiamo incontrato nelle F2. Nel corso delle prime libere la pista sembrava migliore, mentre al pomeriggio è diventata più lenta sia per il caldo che per il vento”.

“Sembra che sarà difficile trovare il giusto bilanciamento e sarà interessante capire se questo meteo resterà stabile per tutto il weekend”.

L’attuale leader del campionato, infine, ha indicato ancora una volta in Max Verstappen il rivale numero uno per domenica e si è detto certo che anche in Portogallo sarà una sfida ravvicinata con l’olandese.

“Penso che domenica saremo in lotta con la Red Bull. Non so come è stato il giro di Max, ma il mio non è stato perfetto”.  

“Ad ogni modo abbiamo tutto il tempo per migliorare il feeling con la vettura, ma lo stesso vale anche per loro. Al momento siamo molto vicini così come visto nei primi due weekend della stagione ed è una situazione eccitante”.

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
1/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
2/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
3/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Lewis Hamilton, Mercedes W12
4/14

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
5/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
6/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
7/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
8/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
9/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
10/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
11/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
12/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
13/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
14/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP del Portogallo

Articolo precedente

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP del Portogallo

Prossimo Articolo

Verstappen critico: "Avremmo dovuto avere gomme più morbide"

Verstappen critico: "Avremmo dovuto avere gomme più morbide"
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021