Hamilton: "Ho faticato per tenere la Mercedes in pista"

Il sette volte campione del mondo ha chiuso le FP2 con il miglior tempo ed un margine di 143 millesimi su Verstappen, ma ha affermato di aver sofferto nel trovare il giusto bilanciamento con la sua W12.

Hamilton: "Ho faticato per tenere la Mercedes in pista"

E’ un venerdì di Portimao a tinte Mercedes. Le due sessioni di prove libere andate in scena sullo splendido tracciato dell’Algarve hanno infatti visto Valtteri Bottas chiudere con il miglior crono le FP1 e Lewis Hamilton mettere il proprio autografo in cima alla lista dei tempi al termine delle FP2.

In entrambe le sessioni, però, è stato sempre Max Verstappen ad inserirsi tra le due W12, confermando così il proprio ruolo di sfidante principale del sette volte campione del mondo.

Il pilota olandese è sembrato a proprio agio con la RB16B, mentre Lewis Hamilton, nonostante il miglior crono in 1’19'’837, è apparso già al limite e non del tutto soddisfatto del bilanciamento della sua monoposto.

L’inglese è riuscito ad infliggere a Verstappen un gap di 143 millesimi, ma a fine turno si è lamentato delle condizioni particolarmente scivolose della pista.

“Oggi il vento ha dato molto fastidio. Tutti hanno fatto fatica e scivolavano molto, sembrava che tutti lottassero per trovare il giusto bilanciamento. Con le condizioni viste oggi è difficile dire se i problemi siano legati alla vettura o al vento, ma posso dire che è stata una vera sfida riuscire a tenere la macchina in pista”.

Hamilton ha poi criticato la scelta della Pirelli di portare in Portogallo i compound più duri della gamma, vale a dire C1 (hard), C2 (medie) e C3 (soft). Per il pilota della Mercedes la Casa italiana avrebbe dovuto optare per una scelta più aggressiva.

“Quando siamo venuti qui nel 2020 avevamo delle mescole troppo dure e sembra che la stessa cosa si sia ripetuta oggi. Quest’anno, inoltre, abbiamo degli pneumatici con una mescola ancora più dura. Credo che avremmo dovuto avere a disposizione le C2, C3 e C4, ma siamo tutti nella stessa situazione”.

Lewis ha poi sottolineato come oltre al vento, al pomeriggio abbia giocato un ruolo determinante anche l’innalzamento delle temperature che ha reso più lento il tracciato.

“Non c’è stata una evoluzione sostanziale della pista dal mattino al pomeriggio a causa delle temperature più elevate che abbiamo incontrato nelle F2. Nel corso delle prime libere la pista sembrava migliore, mentre al pomeriggio è diventata più lenta sia per il caldo che per il vento”.

“Sembra che sarà difficile trovare il giusto bilanciamento e sarà interessante capire se questo meteo resterà stabile per tutto il weekend”.

L’attuale leader del campionato, infine, ha indicato ancora una volta in Max Verstappen il rivale numero uno per domenica e si è detto certo che anche in Portogallo sarà una sfida ravvicinata con l’olandese.

“Penso che domenica saremo in lotta con la Red Bull. Non so come è stato il giro di Max, ma il mio non è stato perfetto”.  

“Ad ogni modo abbiamo tutto il tempo per migliorare il feeling con la vettura, ma lo stesso vale anche per loro. Al momento siamo molto vicini così come visto nei primi due weekend della stagione ed è una situazione eccitante”.

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
1/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
2/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
3/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lance Stroll, Aston Martin AMR21, Lewis Hamilton, Mercedes W12
4/14

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
Lewis Hamilton, Mercedes W12, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
5/14

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
6/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
7/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
8/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
9/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
10/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
11/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
12/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
13/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12
Lewis Hamilton, Mercedes W12
14/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP del Portogallo
Articolo precedente

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP del Portogallo

Prossimo Articolo

Verstappen critico: "Avremmo dovuto avere gomme più morbide"

Verstappen critico: "Avremmo dovuto avere gomme più morbide"
Carica commenti
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021