Hamilton: "Giornata non facile. Sono lontano da dove vorrei essere"

Lewis Hamilton ha chiuso al terzo posto le Libere 2 del GP di Spagna, ma a oltre 7 decimi dalla vetta, occupata ancora una volta dal compagno di squadra Nico Rosberg. Davanti a lui anche la Ferrari di Kimi Raikkonen.

719 millesimi di secondo di ritardo dal compagno di squadra che, per altro, comanda la classifica iridata piloti dopo quattro successi di fila, non è certo il biglietto da visita migliore per Lewis Hamilton. Questo è l'amaro dato che balza immediatamente all'occhio dando uno sguardo alla classifica finale del secondo turno di prove libere del Gran Premio di Spagna

Il tre volte campione del mondo ha iniziato a lottare immediatamente con la sua Mercedes, che è subito apparsa ben lontana dall'avere un assetto accettabile per lottare non solo con Rosberg, ma anche con la Ferrari del redivivo Kimi Raikkonen. Il finnico è stato l'unico a poter competere sul giro secco con la W07 Hybrid numero 9.

Al termine dell'ultima sessione di libere odierna, Lewis Hamilton non ha nascosto tutta la sua amarezza dovuta alle difficoltà di pilotaggio di quella che è ancora la vettura migliore dello schieramento del Circus iridato.

"Non è stata una giornata facile per me. Ho avuto problemi di bilanciamento alla mia W07 Hybrid e, in particolare nel pomeriggio, è stato complicato guidare. Ho trovato traffico nel mio giro veloce e quindi la classifica non è veritiera, ma è chiaro che abbiamo parecchio lavoro da fare per far funzionare la macchina come voglio io. Lavoreremo a testa bassa con tutti i dati. Sono convinto che le cose torneranno a funzionare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Spagna
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista