Hamilton: "Eguagliare Senna sarebbe emozionante"

Vincendo a Singapore avrebbe anche lui 41 successi con lo stesso numero di Gp. La priorità però è il Mondiale

Il Gran Premio di Singapore rappresenta un appuntamento molto importante per la carriera di Lewis Hamilton. Non solo il pilota della Mercedes sembra essersi lanciato in fuga verso il suo terzo titolo iridato, ma potrebbe anche permettergli di raggiungere il suo mito Ayrton Senna.

Con il successo conquistato a Monza il due volte iridato è arrivato a quota 40 vittorie, una in meno rispetto alla leggenda brasiliana. La cosa curiosa però è che è anche a 160 Gp disputati, quindi a Marina Bay potrebbe proprio pareggiare i conti con Ayrton.

Un'eventualità che sembra far scorrere un brivido lungo la schiena a Lewis: "Voglio provare a fare le stesse cose che ho fatto nella gara precedente, anche se questa rappresenta una sorta di pietra miliare della mia carriera. Ho sempre voluto emulare Ayrton Senna ed ora sono molto vicino ad eguagliare quello che ha fatto lui. Però non sento una pressione particolare per questo weekend, anche se immagino che sarebbe particolarmente emozionante riuscirci".

Hamilton però ha voluto chiarire che prima di tutto viene la corsa al titolo: "Sono qui per lottare per il campionato, questo è il mio obiettivo. Non sono concentrato su cosa ha fatto Senna o su cosa ho fatto io. Sono qui per vincere la gara e farò il possibile per vincere il campionato. Non c'è alcuna pressione in più in questo weekend".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Singapore
Circuito Singapore Street Circuit
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie