Hamilton: "Domani non sarà facile per chi deve inseguire"

Il pilota della Mercedes ha reagito alla grande alle difficoltà incontrate ieri, firmando la 102° pole position della sua carriera in Formula 1 e mettendosi in una posizione di vantaggio rispetto al rivale Max Verstappen, che rischia anche per non aver rispettato una bandiera gialla.

Hamilton: "Domani non sarà facile per chi deve inseguire"

Due settimane fa, in Messico, Lewis Hamilton e la Mercedes sembravano spacciati. Se è vero che i campioni si vedono nei momenti difficili, il 7 volte iridato ha dimostrato ancora una volta di che pasta è fatto. Nonostante fosse reduce dalla clamorosa doppia rimonta del Brasile, il weekend del GP del Qatar era iniziato in salita per il britannico, che però oggi ha reagito alla grande, andando a firmare la pole position numero 102 della sua straordinaria carriera.

"Ieri è stata una giornata molto difficile per me, perché non mi sono sentito a mio agio per tutta la giornata. Ho sofferto parecchio, quindi ho dovuto stringere i denti e sono rimasto qui fino a mezzanotte a lavorare con gli ingegneri. Ho trovato dei punti in cui potevo migliorare ed abbiamo fatto anche dei cambiamenti in vista delle libere 3", ha detto Hamilton durante l'intervista a caldo concessa appena arrivato al parco chiuso.

"A quanto pare funzionavano, quindi li abbiamo portati in qualifica. Sono davvero molto grato delle tempistiche con cui mi hanno messo in pista, perché non ho mai trovato traffico. Credo che l'ultimo giro sia stato bellissimo, davvero splendido. Questa è una pista fantastica, incredibilmente veloce, che ti fa provare delle bellissime sensazioni", ha aggiunto.

Leggi anche:

Quando gli è stato chiesto di entrare un po' più nel dettaglio dei problemi accusati ieri, Lewis ha rivelato di non essere completamente a posto neppure dal punto di vista fisico: "Avevo un po' di mal di pancia, che mi stavo portando dietro da mercoledì, ma ieri notte ho dormito benissimo e sono riuscito a riposarmi. Questo ha fatto la differenza".

Hamilton entrerà in gara con 14 punti da recuperare su Verstappen, ma con la sensazione di avere le carte giuste da giocare, anche se la strada da percorrere per arrivare alla prima curva è davvero tanta, quindi la partenza potrebbe sparigliare non poco le carte in tavola. Così come le strategie, che potrebbero anche essere a due soste.

"In gara non credo che sarà semplice seguire per chi starà dietro, ma non c'è neanche un grande degrado delle gomme. Davanti partiremo tutti e tre con le medie, poi la gomma dura è la C1, quindi non credo che sia utilizzabile. Vedremo se sarà una gara con una o due soste. Effettivamente c'è tanta strada da fare per arrivare alla curva 1 e c'è anche il vento alle spalle, quindi può succedere davvero di tutto", ha concluso.

Sir Lewis Hamilton, Mercedes W12

Sir Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Leclerc, 13° e sbigottito: "Questa volta non ho spiegazioni"
Articolo precedente

Leclerc, 13° e sbigottito: "Questa volta non ho spiegazioni"

Prossimo Articolo

Verstappen deluso, ma non molla: "E' ancora tutto da giocare"

Verstappen deluso, ma non molla: "E' ancora tutto da giocare"
Carica commenti
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021