Hamilton: "Con Vettel, se non ci ammazziamo prima, potrei fare Le Mans!"

condivisioni
commenti
Hamilton:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 mag 2018, 15:05

Il 4 volte iridato ha anche parlato del rinnovo del contratto con Mercedes che continua a essere rimandato: "Non c'è nessuna fretta, io non prendo in considerazione altre offerte".

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 sulla sua MV Agusta
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09, con le luci sull'ala posteriore
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09 e Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09, con le luci sull'ala posteriore
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09, con le luci sull'ala posteriore
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09

Lewis Hamilton andrà alla ricerca del terzo successo consecutivo della stagione al Gran Premio di Monaco, sesto appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1 dopo aver vinto a Baku e, due settimane or sono, il Gran Premio di Spagna al Montmelo. Il 4 volte iridato correrà sulle strade di casa, perché ormai da anni è residente nel Principato. 

"E' un sogno guidare a Monte-Carlo. Io sono molto fortunato perché vivo qui. L'attesa tra una gara e l'altra che viene disputata qui è di un anno e sembra davvero enorme. Dovrebbero fare più di una gara all'anno su questa pista perché è davvero spettacolare. E' una gara intensa, devi essere preciso e intenso, molto più che in tutti gli altri circuiti, è impegnativo mentalmente e tecnico, per cui bisogna fare molta attenzione".

"Poi qui si vuole brillare, per cui è possibile essere portati a strafare. Quando si guida al di fuori del fine settimana di gara è davvero difficile pensare alle velocità che si fanno con le Formula 1 su queste strade. Ieri ho percorso il tunnel assieme a un amico che non era mai venuto a vedermi qui e gli ho raccontato delle velocità che si possono raggiungere in quel tratto. E' rimasto sbalordito. E' difficile far immaginare alla gente le velocità che si raggiungono qui".

L'anno passato Monte-Carlo fu palcoscenico di una strepitosa doppietta firmata Ferrari grazie al successo di Sebastian Vettel e al secondo posto ottenuto da Kimi Raikkonen, autore anche della pole position. Quest'anno Mercedes cercherà di essere maggiormente competitiva, ma potrebbe fare i conti con una Red Bull in gran forma dopo i test della settimana scorsa fatti a Barcellona.

"Sicuramente abbiamo imparato molo dall'anno scorso. Per questo weekend siamo fiduciosi, abbiamo fatto una preparazione migliore rispetto al passato. Sicuramente però le Red Bull saranno molto veloci, soprattutto dopo i test di Barcellona. Lo scorso anno era stata la Ferrari a vincere e risultare la migliore, quest'anno potrebbe esserlo la Red Bull".

"Certo che anche la Ferrari potrebbe ripetere il risultato dell'anno passato. Quel che è certo è che sarà sicuramente un fine settimana difficile per noi, forse avremo un passo vicino a quello dei nostri avversari. Non dico che sarà impossibile vincere, magari non avremo il passo degli altri, ma lo scopriremo a partire da domani nel corso delle prime prove libere. Andiamo a sfidare i nostri avversari. Inoltre tutto sarà possibile in gara anche attraverso alle varie strategie che potranno essere adottate".

"Per tutto il weekend di Barcellona abbiamo raccolto tante informazioni. Abbiamo capito tanto della nostra vettura nelle prime gare e stiamo lavorando sodo per risolverli. Sono più fiducioso per il prosieguo della stagione. Ci stiamo muovendo nella giusta direzione e le sensazioni sono buone. Abbiamo tanta pressione sulle spalle ma stiamo dando il meglio anche se sappiamo che la concorrenza è molto tosta. Le prime 5 gare sono sempre molto difficili perché è un processo d'apprendimento sulle monoposto. Non so cosa accadrà in futuro ma cercheremo di massimizzare i nostri risultati".

Pirelli farà esordire in questo fine settimana le mescole più morbide della gamma proposta per il Mondiale 2018, ossia le Hypersoft. "Con l'esordio delle gomme Hypersoft potremo vedere nuovi record della pista. Inoltre alcune parti del tracciato sono state riasfaltate e ora c'è ancora più grip di quanto già non ci fosse in precedenza. Le Hypersoft le avevamo già provate ad Abu Dhabi. Non le conosco molto bene, non vedo l'ora di usarle ancora perché mi avevano dato grandi sensazioni pur avendole sfruttate pochissimo. Inoltre penso saranno la mescola migliore che avremo a disposizione in questo fine settimana".

Gli organizzatori del GP di Monaco andranno contro le direttive di Liberty Media e riporteranno le grid girl in griglia di partenza. Lewis ha dato il suo parere: "Credo che le donne siano la cosa più bella del mondo. Credo che Monte-Carlo sia una gara elegante, ma non so cosa pensino le donne. Non ho un parere definito. Se ci sono donne belle sulla griglia rispecchieranno il GP di Monaco. Ma non penso che si debba sostenere una cosa che fa sentire le donne a disagio. Se lo sono è giusto che non ci siano, viceversa non credo sia un problema".

Da campione del mondo in carica, Hamilton ha dato il proprio giudizio su Charles Leclerc, pilota esordiente e rivelazione nelle ultime due gare della stagione dopo aver portato due volte a punti l'Alfa Romeo Sauber: "Seguivo le serie minori, ho visto la sua crescita e quello che è riuscito a fare. Vedevo il suo talento emergere. La F1 è il punto più alto del motorsport e deve ospitare i migliori. Non si può dire che oggi sia così al 100%, ma nel suo caso è bellissimo vedere un pilota che ha fatto la gavetta ed è arrivato qui così presto. Ha il potenziale per fare grandi cose. Non si può sempre dire le stesse cose per altri piloti, è bello vedere un ragazzo così talentuoso che emerge. E' importante rimanere con i piedi per terra e godersi l'esperienza in questo campionato. Ogni cosa che verrà in futuro dovrà essere incamerato da lui per costruirsi esperienza".

La presenza di Vettel e Hamilton nella stessa conferenza stampa ha spinto a fare domande riguardo un possibile futuro in cui i due, ipoteticamente, potrebbero anche correre assieme, nello stesso team. Hamilton ha risposto scherzando, ma poi si è fatto decisamente più serio sino a fare una battuta su un futuro che, però, appare ancora molto lontano.

"Io e Seb assieme nello stesso team? Non succederà, lui ha messo un veto... Credo che ora abbiamo un rapporto migliore... Io sono pronto a gareggiare con tutti. Per ogni pilota vale questo, vuoi sempre lottare contro i migliori. Pul essere difficile lavorare all'interno dello stesso team quando c'è un altro pilota estremamente competitivo, ma è bello perché l'avversario di spinge al limite. Io ho lottato nello stesso team con Alonso e Button e sono stati duelli molto belli".

"Avversari forti ti spingono a tirare fuori il meglio e il peggio, e questo penso sia fantastico. A oggi l'assetto nel team Mercedes è perfetto. Valtteri mi spinge al limite ma c'è rispetto tra noi. Il carattere delle persone risulta fondamentale. Certo, non penso che Vettel e io riusciremo a correre nello stesso team. Magari un giorno correremo nello stesso team a Le Mans, se non ci ammazziamo nel frattempo...".

Hamilton ha concluso la conferenza stampa piloti di Monte-Carlo parlando del suo rinnovo di contratto con la Mercedes che ancora stenta ad arrivare: "Non ci sono punti spinosi o di disaccordo tra noi. Non ho fretta e non sto prendendo in considerazione altre proposte. Non c'è motivo di affrettare le cose. Il rinnovo è ancora lì, esiste ancora un contratto in essere e dunque non vedo alcuna fretta nel porre la firma sul rinnovo. E' una cosa importante ma non voglio stressare nessuno".

 

Prossimo Articolo
Vettel: "Hamilton in Ferrari? Non ho veti, ma io sono contento con Kimi"

Articolo precedente

Vettel: "Hamilton in Ferrari? Non ho veti, ma io sono contento con Kimi"

Prossimo Articolo

Ferrari: per Monaco torna la sospensione posteriore vecchia

Ferrari: per Monaco torna la sospensione posteriore vecchia
Carica commenti