Hamilton cannibale: "Ho ancora molto da dare in Formula 1"

Il pilota della Mercedes ha conquistato il settimo titolo mondiale conquistando un successo strepitoso ed ha affermato di sentirsi ancora come un debuttante in Formula 1.

Hamilton cannibale: "Ho ancora molto da dare in Formula 1"

Sette titoli mondiali. Lewis Hamilton ha scritto in Turchia una nuova pagina di storia della Formula 1 eguagliando il record di Michael Schumacher al termine di una gara nella quale ha fatto vedere al mondo intero tutte le sue qualità.

La prima parte di gara con le Pirelli full wet è stata senza dubbio complicata, ma quando l’asfalto ha iniziato ad asciugarsi lentamente ed il muretto lo ha chiamato ai box per montare le intermedie per Lewis è arrivata la svolta.

Hamilton ha iniziato a girare su tempi rapidissimi per poi gestire al meglio delle coperture ormai prive di tasselli diventate praticamente delle slick.

Per sottolineare la delicatezza con la quale Lewis ha “parlato” alle sue coperture si deve guardare la tabella dei pit stop. Hamilton, così come Perez e Kvyat, ha effettuato una sola sosta riuscendo ad arrivare al traguardo con un margine di 31 secondi sul messicano.

Una volta transitato sotto la bandiera a scacchi Lewis è scoppiato in un pianto liberatorio e quando è giunto ai microfoni per le interviste è apparso parecchio commosso per la conquista di un risultato storico.

“Non riesco a trovare le parole. Credo di dover ringraziare tutte le persone del team presenti in pista ed in fabbrica che mi hanno consentito di conquistare tutti questi successi. La nostra avventura è stata monumentale e sono fiero di farne parte”.

“Voglio ringraziare la mia famiglia. Da ragazzo sogni momenti del genere quando guardi le gare in TV, ma quello che ho raggiunto va ben oltre quei sogni. E’ importante che tanti bambini stiano vedendo quello che ho fatto e possano prendere ispirazione. Non devi mai mollare e mettere in dubbio le tue capacità”.

Questo trionfo ha mostrato le qualità che hanno reso Hamilton un grande della Formula 1. Cauto quando serviva, aggressivo al momento giusto, dotato di una visione di gara a 360°, Lewis ha messo in mostra tutto il suo repertorio in quella che, con tutta probabilità, verrà ricordata come la gara più folle della stagione.

“Sapevamo sin dalla vigilia che sarebbe stato un weekend difficile ed eravamo molto delusi dal risultato delle qualifiche. Oggi c’è stato un piccolo brivido ad inizio gara. Sono rimasto bloccato dietro Seb e non riuscivo a passarlo. Ho pensato che la gara era ormai andata. Ho continuato, sono rimasto concentrato cercando di riprendere il ritmo e ad un certo punto tutto si è riaperto”.

Il podio odierno ha visto i tre gradini occupati da piloti con un notevole bagaglio di esperienza. Proprio l’esperienza è stata alla base del successo conquistato da Hamilton in gara.

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
1/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes F1
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes F1
2/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 con Sebastian Vettel, Ferrari
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 con Sebastian Vettel, Ferrari
3/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
4/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
5/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
8/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
9/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
10/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, in pit lane
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, in pit lane
11/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, in pit lane
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, in pit lane
12/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
13/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
14/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
15/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
16/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
18/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
19/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
20/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
21/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
22/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

“Mi sono venute in mente le gare vissute nel passato dalle quali ho imparato, come ad esempio Cina 2007. Oggi ho messo a frutto questa esperienza e sono riuscito a vincere”.

Il rinnovo del contratto con la Mercedes tarda ancora ad arrivare, ma Lewis si è detto certo di volere continuare a scrivere altre pagine di storia in F1.

“Mi sento come se avessi appena iniziato la mia carriera in Formula 1. Mi sento benissimo fisicamente, mentre a livello mentale è stato un anno difficile vista la situazione globale. Sono ancora concentrato e vorrei restare in Formula 1. Ho ancora tanto da dare”.

“Quest’anno non sono mai uscito, sono sempre rimasto nella mia bolla, non ho fatto nulla di emozionante perché avevo un campionato da conquistare e non volevo correre rischi. Stasera andrò a casa, non farò nulla di entusiasmante. Forse mi berrò una bottiglia di vino”.

 

condivisioni
commenti
F1: Hamilton è campione del mondo in Turchia, Ferrari a podio!

Articolo precedente

F1: Hamilton è campione del mondo in Turchia, Ferrari a podio!

Prossimo Articolo

Lewis Hamilton: sono 7 titoli mondiali di F1 (video)

Lewis Hamilton: sono 7 titoli mondiali di F1 (video)
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021