Hamilton: "80 cm di vantaggio per Nico? Spero di averne io domani"

13 sono i millesimi che hanno separato Lewis Hamilton dal poleman Nico Rosberg al termine delle Qualifiche giapponesi. Il tre volte iridato non demorde: "Spero di avere 8 metri di vantaggio io nella giornata di domani".

Dopo la cocente delusione provata in Malesia, con la rottura del motore a qualche giro dal termine del Gran Premio mentre si trovava saldamente in vetta, Lewis Hamilton era atteso a una risposta veemente in pista a Suzuka nei confronti di Nico Rosberg.

Sino a questo momento, però, il tedesco è riuscito ad avere la meglio e anche al termine delle Qualifiche del Giappone il britannico è costretto a inseguire il compagno di squadra.

Questa volta a dividere i due principali contendenti al titolo mondiale piloti 2016 sono appena 13 millesimi, 82 centimetri se vogliamo tradurre il distacco da una misura temporale a quella materiale. Un'inezia. Sufficiente però a regalare l'ottava pole a Nico e la 101esima partenza in prima fila al tre volte iridato

"Non so dove ho perso la pole, ma credo alla Curva 8", ha affermato Lewis al termine delle prove ufficiali. "Ho fatto un errore e penso di aver perso tempo in quel tratto. Sono abbastanza contento del giro che ho fatto, ho dato tutto quello che avevo".

Dopo aver analizzato la sua Q3, Lewis ha reso omaggio all'ottimo lavoro svolto da Rosberg sino a questo momento: "Nico ha fatto un ottimo lavoro sino a questo momento in questo fine settimana. E' molto veloce qui. Il gap avrebbe potuto essere ancora più grande. Ho lavorato sodo per cercare di ridurlo e ci sono riuscito".

"Chiaramente 80 centimetri di distanza tra me e lui è pochissimo, sarebbe stato meglio fossero stati a mio favore ma cercherò di tradurre questo deficit in 8 metri di vantaggio domani".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Giappone
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Suzuka
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Intervista