Haas: telaio di Schumacher salvo, ma 500.000 $ di danni!

La Haas non ha avuto bisogno di sostituire il telaio di Mick Schumacher per il Gran Premio di Monaco, nonostante l'incidente avvenuto durante la FP3 abbia provocato circa 500.000 dollari di danni.

Haas: telaio di Schumacher salvo, ma 500.000 $ di danni!

Mick Schumacher ha sbattuto al Casino nelle fasi finale dell'ultima sessione di prove libere di sabato, distruggendo il lato sinistro della sua Haas VF-21.

I danni hanno impedito a Schumacher di prendere parte alle qualifiche, relegandolo quindi all'ultimo posto sulla griglia della gara di oggi.

In casa Haas però c'era il timore di dover sostituire il telaio del pilota tedesco, ma il team principal Gunther Steiner ha rivelato dopo le qualifiche che le verifiche a cui era stato sottoposto hanno mostrato che era recuperabile.

"Il danno è abbastanza grande, come avete potuto vedere: ala anteriore e posteriore, le sospensioni del lato sinistro, le pance", ha detto Steiner.

"Ma il telaio è intatto, quindi non abbiamo bisogno di sostituirlo. Dovremmo essere a posto per la gara, anche se il danno è stato abbastanza grande".

Quando gli è stato domandato se fossero stati quantificati i danni dell'incidente, Steiner ha detto che si poteva stimare una cifra "tra 300.000 e 500.000 dollari".

Mechanics with the damaged car of Mick Schumacher, Haas VF-21

Mechanics with the damaged car of Mick Schumacher, Haas VF-21

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

"Queste vetture costano così, sapete?", ha spiegato. "Ho sempre detto che la sola ala anteriore costa 150.000 dollari".

Steiner ha aggiunto che non ci sono preoccupazioni legate alla carenza di ricambi, nonostante questo sia stato il secondo incidente di Mick nel weekend, dopo una toccato sull'altro lato a Massenet durante la FP2.

Il tedesco non ha nascosto la sua delusione per l'accaduto, perché era convinto di avere una velocità sufficiente da giocarsela con le Williams e le Alpine in Q1.

"La FP3 è l'opportunità per preparare la qualifica al meglio possibile", ha detto Schumacher.

"Sentivo che avevamo trovato un ritmo davvero buono e che fossimo in una buona posizione in vista delle qualifiche, non solo dal punto di vista mentale, ma anche da quello della vettura. E' stato davvero un peccato non poter neanche fare la qualifica".

"Avevamo la speranza di potercela giocare con le Willliams ed anche con le Alpine. Avevamo mostrato un buon ritmo e spero che riusciremo a portarcelo anche in gara. E' ancora tutto aperto", ha concluso.

condivisioni
commenti
McLaren: c'è un soffiaggio nel marciapiede della paratia laterale
Articolo precedente

McLaren: c'è un soffiaggio nel marciapiede della paratia laterale

Prossimo Articolo

Ferrari: salvato il cambio, Leclerc scatta dalla pole position!

Ferrari: salvato il cambio, Leclerc scatta dalla pole position!
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021