Haas F1 ha deciso di confermare Santino Ferrucci come development driver nonostante il suo comportamento a Silverstone

condivisioni
commenti
Haas F1 ha deciso di confermare Santino Ferrucci come development driver nonostante il suo comportamento a Silverstone
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 ago 2018, 13:16

La squadra americana ha deciso di continuare ad avvalersi del pilota statunitense anche per il futuro. A confermarlo è stato il team principal Gunther Steiner.

Santino Ferrucci è stato oggetto di grande attenzione da parte di addetti ai lavori e appassionati del motorsport per le pessime azioni compiute nei confronti del suo compagno di squadra Arjun Maini nel fine settimana di gara di Silverstone della Formula 2.

Il team Trident, sino a quel momento squadra del pilota americano, lo ha appiedato per il suo comportamento. Nonostante le sue azioni, certamente deprecabili, Ferrucci ha comunque trovato un sedile in IndyCar con il team Dale Coyne Racing, con cui correrà negli appuntamenti di Portland e Sonoma.

Dopo i fatti di Silverstone ci si attendeva una reazione del team Haas F1 nei confronti di quello che era il proprio development driver, Santino Ferrucci, appunto.

Il team americano ha deciso di confermarlo come development driver. Gunther Steiner, team principal Haas F1, oggi ha dichiarato: "Penso che terremo Santino nel nostro programma. Il ragazzo sta cercando di fare carriera e non vogliamo bruciargli il terreno sotto i piedi".

Informazioni aggiuntive di Frankie Mao

Prossimo articolo Formula 1
Caso Force India: perde i punti del Costruttori, ma mantiene il bonus della FOM?

Articolo precedente

Caso Force India: perde i punti del Costruttori, ma mantiene il bonus della FOM?

Prossimo Articolo

Wolff: "La Mercedes di quest'anno è veloce, ma è una vettura difficile da guidare"

Wolff: "La Mercedes di quest'anno è veloce, ma è una vettura difficile da guidare"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Belgio
Location Spa-Francorchamps
Piloti Santino Ferrucci
Team Haas F1 Team
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie