Haas depresso: "I tre top team sono anni luce davanti agli altri"

condivisioni
commenti
Haas depresso: "I tre top team sono anni luce davanti agli altri"
Di:
Co-autore: Lee Spencer
Tradotto da: Matteo Nugnes
14 ago 2017, 16:34

Gene Haas ha ammesso che l'enorme divario che separa la sua squadra dai tre top team della Formula 1 lo rende "veramente depresso".

Gene Haas, proprietario del team, Haas F1 Team
Ross Brawn, Managing Director of Motorsports, FOM, Gene Haas, Team Owner, Haas F1 Team
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-17
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-17
Santino Ferrucci, Haas F1 Team VF-17 spins
Santino Ferrucci , Haas F1 Team VF-17 pit stop
Santino Ferrucci , Haas F1 Team VF-17
Santino Ferrucci , Haas F1 Team VF-17

A metà della sua seconda stagione in Formula 1, la Haas occupa il settimo posto nella classifica Costruttori con 29 punti e il miglior risultato è un sesto posto colto da Romain Grosjean in Austria.

Nonostante abbia distanziato i rivali di centro gruppo, Grosjean ha chiuso ad un minuto dalla Mercedes del vincitore Valtteri Bottas, dopo aver preso 1"2 in qualifica dal finlandese.

Quando gli è stato chiesto di valutare la stagione della sua squadra fino ad ora, Haas ha abbassato il tono della voce, ammettendo di essere sconcertato per il fatto che Mercedes, Ferrari e Red Bull sono "anni luce" davanti al resto del gruppo.

"Penso che abbiamo due buoni piloti adesso, entrambi hanno fatto punti, e la vettura è molto buona" ha detto Haas a Motorsport.com.

"Ma la vera nuvola nera sopra le nostre teste è rappresentata dal fatto che siamo tra uno e due secondi al giro più lenti rispetto ai migliori. E sinceramente non capiamo come possiamo essere così lontani con quelle che consideriamo delle attrezzature all'avanguardia".

"Dopo le prime tre squadre, siamo tutti nella stessa barca. Quello che probabilmente è il problema più grande della Formula 1 in questo momento è che le prime tre squadre sono anni luce davanti a tutti gli altri".

"Sono anche le squadre che sviluppano i propri motori, i cambi e i telai, quindi c'è un vantaggio nel farlo".

"Come possiamo superare questa situazione? Francamente non c'è una risposta ed è molto deprimente".

La F.1 sta affrontando un dilemma

Haas ha detto che l'ampio divario che separa le altre squadre dalle prime tre (che hanno sempre occupato il podio, tranne che a Baku), è una questione fondamentale che dovrà essere affrontata in futuro.

"E' un dilemma che sta affrontando la Formula 1" ha aggiunto Haas. "Ci sono le squadre di vertice e poi un grande gruppo di mezzo... Siamo tutti molto vicini: di fatto il secondo gruppo è tutto in un secondo".

"Quandi, da un punto di vista concorrenziale, siamo tutti uguali, è solo che davanti c'è un altro gruppo difficile da raggiungere".

"La realtà è che, al di fuori di queste tre squadre, nessuno ha la possibilità di vincere. Se nella migliore delle ipotesi sei sesto, non hai una reale chance di vittoria".

Prossimo Articolo
Raikkonen pronostica Leclerc come una futura stella della F.1

Articolo precedente

Raikkonen pronostica Leclerc come una futura stella della F.1

Prossimo Articolo

La McLaren scherza e provoca: propone un GP di F.1 a Woking!

La McLaren scherza e provoca: propone un GP di F.1 a Woking!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Haas F1 Team
Autore Jamie Klein