Haas accetta il rischio di non sviluppare la vettura 2021

La Haas ha spiegato di essere consapevole che abbandonare lo sviluppo della monoposto 2021 apre al rischio di scivolare in fondo al gruppo della Formula 1.

Haas accetta il rischio di non sviluppare la vettura 2021

Il team statunitense ha deciso con largo anticipo come utilizzare le limitate risorse per i test aerodinamici, focalizzando completamente la sua attenzione sulla vettura 2022.

Questa decisione significa che in questa stagione non è previsto nessuno sviluppo della VF21 dopo i test che andranno in scena in Bahrain.

Il team principal Gunther Steiner ha ammesso che in questo modo c'è il rischio di ritrovarsi all'ultimo posto della classifica costruttori 2021, ma che era un rischio da prendere.

"Sì, quel rischio c'è, ma dobbiamo conviverci", ha detto Steiner a Motorsport.com. "Abbiamo bisogno di vedere il quadro generale, a medio-lungo termine, non nel breve termine".

"Se ci fermiamo al breve termine, allora nel 2022 ci domanderemo: 'perché non abbiamo fatto la macchina del 2022? Ora non possiamo più recuperare'".

"E' molto difficile recuperare il gap con le restrizioni aerodinamiche ed il budget cap. Quindi bisogna cercare di portare avanti più cose possibile".

Leggi anche:

Steiner ritiene che la squadra sia preparata per quello che rischia di essere un anno difficile: "Sarà una stagione piuttosto impegnativa, ne siamo consapevoli".

"Ci siamo preparati per questo. Faremo il più possibile quest'anno per il medio termine. Al momento il nostro piano è compromettere il breve termine per guadagnare qualcosa a medio e lungo termine".

Quando gli è stato domandato quindi degli obiettivi per questa stagione, Steiner ha sottolineato che il principale è quello di dare una formazione ai rookie Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

"Limitare i danni, cercando di fare il massimo", ha detto. "Per me sarebbe un successo avere due piloti preparati per la F1 entro la fine dell'anno".

"Questo sarebbe il nostro successo, farli imparare, così saremo a posto nel 2022, perché entrambi i nostri piloti sono rookie, quindi hanno ancora bisogno di imparare".

"Hanno un anno per imparare e penso che sia una buona opportunità, perché la pressione non sarà così elevata come quando hai una buona vettura per le mani. Quindi penso che siano ambizioni realistiche".

"Vogliamo solo fare il meglio possibile, sperando di poter ottenere qualche punto ogni tanto. Sarà dura, ma siamo preparati per questo".

condivisioni
commenti
F1: Jamie Chadwick continua come collaudatrice Williams
Articolo precedente

F1: Jamie Chadwick continua come collaudatrice Williams

Prossimo Articolo

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021