Grosjean: "La Haas ha cambiato 'campionato', non possiamo più fare errori"

condivisioni
commenti
Grosjean: "La Haas ha cambiato 'campionato', non possiamo più fare errori"
Di:
Co-autore: Oleg Karpov
6 gen 2019, 15:01

Romain Grosjean ritiene che la Haas non avrà spazio per gli errori nel 2019 dopo aver fatto un salto di qualità nella passata stagione, portandosi in vetta al centro gruppo.

Dopo aver concluso all'ottavo posto nelle prime due stagioni in Formula 1, la squadra americana ha fatto un bel balzo in avanti nel 2018, piazzandosi al quinto posto tra i Costruttori, al termine di un lungo duello con la Renault.

Il team principal Gunther Steiner ha ammesso che gli errori commessi a causa della mancanza di esperienza sono stati alla base della sconfitta patita dal rivale francese, che ha chiuso con 29 punti di vantaggio nonostante la Haas avesse una monoposto mediamente più veloce.

Grosjean crede che la Haas debba puntare a migliorare ancora il suo piazzamento, ma è necessario che faccia un ulteriore step per riuscirci.

"Sarà una grande sfida, soprattutto per l'arrivo delle nuove regole, ma penso che il nostro obiettivo per il prossimo anno sarà quello di cercare di ottenere il quarto posto, subito dietro ai tre top team" ha detto Grosjean.

"Quindi dovremo intensificare i nostri sforzi, perché penso che quest'anno abbiamo cambiato campionato, passando dalla coda al vertice del centro gruppo".

"Ci sono cose che puoi fare, puoi commettere qualche errore, ma ora non possiamo più permettercelo, perché conta tutta, dobbiamo essere precisi, ancora più precisi".

"Ma è stato un grande anno in termini di apprendimento di tutto ciò, quindi penso che il team ora sia pronto per continuare a migliorare, partendo dalla base della vettura buona di quest'anno. Non c'è motivo per cui non dovremmo essere in grado di lottare per il quarto posto".

Grosjean è entrato a far parte della Haas da quando la squadra è approdata in Formula 1 nel 2016 e il francese si è detto orgoglioso di averla aiutata a crescere tanto da renderla una delle migliori in griglia.

"Non sono solo io, ma tutte le persone coinvolte. Ma sì, sono qui dal primo giorno ed ho anche aiutato il team a prendere alcune persone" ha detto.

"Gene (Haas) è qui e vuole ottenere dei risultati, quindi quelli che lo vedono pensano che sia ok e che sia una grande avventura. Essendo un team nuovo, c'è sempre di più da fare che in una grande squadra, dove è sempre tutto a posto. Ma così, ogni pezzo che porti al puzzle è più grande, perché il puzzle è più recente".

Il pilota transalpino si è assicurato un altro anno di contratto accanto a Kevin Magnussen ed ha ammesso che gli piacerebbe poter prolungare ulteriormente questo rapporto se le cose dovessero andare bene nel 2019.

"Penso di avere ancora molti anni davanti a me. Non so se finirò la mia carriera con la Haas o meno" ha detto Grosjean.

"Certo, abbiamo un contratto ed abbiamo bisogno di parlare del futuro, ma è una squadra che mi piace e mi sento parte di essa, quindi mi piacerebbe continuare qui".

"Ovviamente mi piacerebbe vincere delle gare e spero che la Formula 1 possa fare delle modifiche importanti per il 2021, per fare in modo che a vincere non siano solo Mercedes, Ferrari e Red Bull. Ma in ogni caso sarei molto felice di restare qui".

Prossimo Articolo
Mercedes: dopo l'allarme di Toto Wolff, trovata una dozzina di cavalli in più sul motore

Articolo precedente

Mercedes: dopo l'allarme di Toto Wolff, trovata una dozzina di cavalli in più sul motore

Prossimo Articolo

Rivoluzione Ferrari: via Arrivabene, il team principal diventa Binotto!

Rivoluzione Ferrari: via Arrivabene, il team principal diventa Binotto!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Romain Grosjean Acquista adesso
Team Haas F1 Team
Autore Pablo Elizalde