Grosjean: "Io difficile da gestire? Altri team ci sono riusciti"

Romain Grosjean ha affermato che la dirigenza di Haas non lo ha gestito come i suoi precedenti boss di Formula 1, dopo che Guenther Steiner lo ha definito difficile da gestire.

Grosjean: "Io difficile da gestire? Altri team ci sono riusciti"

Grosjean lascerà la Haas alla fine del 2020, dopo essere stato in forza al team americano da quando questo è entrato in Formula 1 nel 2016. Prima di allora, il francese aveva vestito i colori della Renault e della Lotus.

Alla vigilia del Gran Premio del Bahrain, Steiner, proprietario del team Haas, ha affermato che Grosjean è un pilota difficile da gestire, ma che è stato una grande risorsa per la squadra, dicendo che Romain a volte può essere complicato. Steiner ha inoltre aggiunto: “Quando però lo trovi nella giornata giusta, al momento giusto, è una grande risorsa per il team. Dobbiamo ringraziarlo per quanto fatto per noi dal 2016”.

Quanto a Grosjean Motorsport.com/Autosport ha riportato le parole del proprietario del team, il pilota ha risposto: “Non voglio entrare troppo nei dettagli. Penso di aver portato dei soldi alla squadra e ho avuto dei bei momenti. Sì, ho commesso errori, ma chi non sbaglia? Inoltre, quando si ha una macchina poco competitiva, bisogna guidare al 105% per avere qualcosa di buono e quando si guida a quel livello si alza la probabilità di commettere errori”.

“Quando invece si ha una macchina competitiva, si può guidare anche al 99,8% e questo vuol dire che si è più costanti. Abbiamo sperimentato entrambe le situazioni ed è tutto ciò che posso dire. Sono difficile da gestire? Non so, ma qualcuno ci è riuscito benissimo in passato, quindi credo che sia possibile gestirmi”.

Attualmente la Haas sta vivendo la sua stagione peggiore da quando è in Formula 1, occupando la nona posizione nella classifica costruttori con soli tre punti. È lo stesso piazzamento ottenuto nel 2019, ma con 25 punti ottenuti. Grosjean si trova in una situazione simile, è al momento 18esimo nella classifica piloti, la sua stessa posizione nel 2019 ma con sei punti in meno rispetto al totale della scorsa stagione.

Tuttavia, il pilota francese afferma che la sua stagione è stata discretamente buona: “Ad eccezione della Turchia, dove la gara è stata bagnata e per niente soddisfacente, generalmente ho ottenuto il massimo dalla macchina, dove possibile. La Germania è un buon esempio, così come la gara di Monza e del Mugello sono state buone. Quindi sono felice della stagione. È difficile dire quanto sia positiva la stagione per la macchina che abbiamo, ma credo sia buona”.

Anche Kevin Magnussen ha valutato la sua stagione in maniera positiva, rispondendo anche lui alla domanda sul suo 2020 da parte di Motorsport.com/Autosport: “Sono abbastanza soddisfatto, ma c’è sempre margine di miglioramento. Non direi che ho avuto una stagione negativa, credo che guardandoci indietro ci possa sempre essere qualcosa che avresti potuto fare meglio, ma penso sia andata bene”.

condivisioni
commenti
Perez: "Il piano B è un anno di stop dalla F1"

Articolo precedente

Perez: "Il piano B è un anno di stop dalla F1"

Prossimo Articolo

Ferrari: la SF1000 in Bahrain ha "fame" di aria?

Ferrari: la SF1000 in Bahrain ha "fame" di aria?
Carica commenti
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021