Grosjean dimesso dall'ospedale, continuerà le cure in Bahrain

Romain Grosjean è stato dimesso dall'ospedale dopo il terribile incidente di cui è stato vittima in occasione del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 di domenica scorsa.

Grosjean dimesso dall'ospedale, continuerà le cure in Bahrain

Grosjean ha riportato ustioni al dorso delle mani in un drammatico incidente avvenuto al primo giro della gara di Sakhir, colpendo le barriera a circa 220 km/h, con una forza d'urto di oltre 50G.

Grosjean è stato portato al Bahrain Defence Force Hospital dopo essere scampato all'incendio ed essere stato portato al centro medico, dove era stato evidenziato il sospetto di una frattura ad una costola.

Le radiografie successive hanno mostrato che Grosjean non aveva subito fratture, quindi successivamente ha avuto bisogno solamente di cure per quanto riguarda le ustioni alle mani.

Grosjean doveva essere dimesso dall'ospedale martedì, ma alla fine è stato deciso di tenerlo ricoverato ancora per una notte.

Mercoledì mattina la Haas ha annunciato che Grosjean ha lasciato l'ospedale, ma che rimarrà in Bahrain per sottoporsi ad ulteriori trattamenti privati alle mani ustionate.

"Romain Grosjean è stato dimesso dal Bahrain Defence Force Hospital (BDF) alle 10:30 di mercoledì mattina, ora locale", si legge nella nota diffusa dalla Haas.

"Grosjean ha trascorso tre notti in ospedale dopo l'incidente di domenica scorsa al Gran Premio del Bahrain".

"Grosjean continuerà un trattamento privato per le ustioni al dorso delle mani e per il momento rimarrà in Bahrain".

"A nome di Romain Grosjean e di tutta la squadra, ringraziamo tutti coloro che si sono presi cura di lui all'ospedale BDF".

Leggi anche:

Il francese salterà il Gran Premio di Sakhir, secondo appuntamento in Bahrain fissato per questo fine settimana, e il suo posto sarà preso dalla riserva del team, il brasiliano Pietro Fittipaldi.

Tuttavia, Romain rimane fiducioso di poter tornare in pista per la gara conclusiva della stagione, il 13 dicembre ad Abu Dhabi, con la Haas che prenderà una decisione in base alle sue condizioni all'inizio della prossima settimana.

"Gliene ho parlato ieri, vuole davvero correre ad Abu Dhabi" ha dichiarato Gunther Steiner, team principal della Haas.

"Ma glio ho detto: 'Cerca di migliorare, parleremo domenica o lunedì. Vediamo come ti senti e se è fattibile".

"Pietro è qui, Romain è qui, dobbiamo solo vedere come si sente, quindi non abbiamo fretta di decidere cosa fare, o cosa sia necessario. Dipende dalla sua salute".

condivisioni
commenti
Ufficiale: Mick Schumacher debutta in F1 nel 2021 con Haas
Articolo precedente

Ufficiale: Mick Schumacher debutta in F1 nel 2021 con Haas

Prossimo Articolo

Williams: è Jack Aitken il sostituto di Russell al GP di Sakhir

Williams: è Jack Aitken il sostituto di Russell al GP di Sakhir
Carica commenti
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021