Griglia di partenza: ecco perché Rosberg parte al sesto posto

condivisioni
commenti
Griglia di partenza: ecco perché Rosberg parte al sesto posto
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
03 lug 2016, 09:53

Nico Rosberg dopo la sostituzione del cambio avrebbe dovuto scattare dal settimo posto della griglia, dopo il secondo tempo in qualifica, ma ha potuto beneficiare di una piazza perché la penalizazione di Vettel è stata comminata prima.

Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Il naso danneggiato della Mercedes AMG F1 W07 Hybrid di Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 dopo l'inciden
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid va a sbattere nella terza sessione di prove libere
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid va a sbattere nella terza sessione di prove libere
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
Poleman Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team, secondo qualificato Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
La sospensione rotta di Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Porte chiuse al box di Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 dopo il suo incidente nella terza sessione di p
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid

Nico Rosberg ha sostituito il cambio alla sua Mercedes W07 Hybrid per cui dovrebbe scontare cinque posizioni in griglia al via del GP d'Austria. Esattamente come Sebastian Vettel.

Il tedesco con il secondo tempo in qualifica sarebbe dovuto schierarsi al settimo posto, mentre il ferrarista al nono. Se Seb resta al suo posto, Nico può guadagnare una piazza e scattare dalla terza fila. Come mai? Il motivo è semplice, perché la FIA segue un ordine per comminare le penalità.

La Ferrari ha dichiarato per prima la sostituzione della trasmissione per cui Vettel che era quarto alla conclusione delle prove cronometrate è stato retrocesso al nono posto lasciando libera la quarta casella. Quando è toccato applicare le cinque posizioni a Rosberg, che era secondo alla fine dei tempi, il tedesco è stato spostato regolarmente al settimo posto, ma ha potuto guadagnare una piazza perché era rimasta libera quella di Sebastian che non era ancora stata assegnata.

In virtù di queste logiche, Hulkenberg che sarebbe stato terzo è così stato avanzato in prima fila accanto a Hamilton, mentre Jenson Button, in virtù della doppia penalità inflitta a Nico e Sebastian, scala in terza posizione avendo a lato Kimi Raikkonen. 

Ecco allora che vi riproponiamo la griglia aggiornata che tiene già conto del fatto che Daniil Kvyat scatterà dalla pit lane per aver infranto il regime del parco chiuso per la sostituzione del telaio della Toro Rosso STR11 danneggiato ieri in qualifica.

La griglia di partenza del GP d'Austria
 Driver
01   L. Hamilton
02   N. Hülkenberg
03   J. Button
04   K. Räikkönen
05   D. Ricciardo
06   N. Rosberg
07   V. Bottas
08   M. Verstappen
09   S. Vettel
10   F. Massa
11   E. Gutiérrez
12   P. Wehrlein
13   R. Grosjean
14   F. Alonso
15   C. Sainz
16   S. Pérez
17   K. Magnussen
18   M. Ericsson
19   J. Palmer
20   Rio Haryanto
21   F. Nasr
22   D. Kvyat

 

Prossimo articolo Formula 1
Marchionne vuole ringiovanire la Ferrari, ma dall'interno

Articolo precedente

Marchionne vuole ringiovanire la Ferrari, ma dall'interno

Prossimo Articolo

Nikita Mazepin debutta sulla Force India nei test di Silverstone

Nikita Mazepin debutta sulla Force India nei test di Silverstone
Carica commenti