Greenwood: "Ora Silverstone mette alla prova le gomme posteriori"

L'ingegnere di pista di Kimi Raikkonen alla Ferrari spiega che invece con il vecchio layout erano più sotto stress quelle anteriori. Il tracciato britannico comunque richiede sempre una buona efficienza aerodinamica. Occhio al meteo poi...

Dave Greenwood, ingegnere di pista di Kimi Raikkonen alla Ferrari, sembra essere concorde con il suo pilota: Silverstone resta sembre una bella pista, ma probabilmente la versione precedente aveva più fascino, anche se comunque moltre delle caratteristiche principali sono rimaste.

"E' uno dei primi circuiti dove sono stato da piccolo e ho assistito come spettatore. Il tracciato oggi è cambiato in maniera considerevole e l'aggiunta del Wellington Straight lo ha reso più lungo, ma conserva molte delle vecchie caratteristiche e richiede ancora una buona efficienza aerodinamica" ha detto al sito ufficiale del Cavallino.

Le modifiche al tracciato hanno modificato anche il modo in cui si usurano le gomme: "Negli ultimi anni la pista mette più alla prova le gomme posteriori piuttosto che le anteriori e, in generale, l’usura è abbastanza bilanciata tra i quattro pneumatici. Per questo motivo la strategia diventa piuttosto interessante".

In Gran Bretagna poi c'è sempre l'incognita della pioggia che può arrivare da un momento all'altro: "Anche il meteo può svolgere un ruolo interessante, lo abbiamo visto lo scorso anno a metà gara, vedremo cosa accadrà quest’anno…".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Preview