GP Russia in TV: l'auditel premia la diretta di Sky

La tv satellitare registra un incremento di 150 mila spettatori nella diretta della gara di Sochi, mentre la RAI paga la differita: i contatti sono stati oltre 7 milioni di spettatori che scappano via da uno spettacolo che non soddisfa il pubblico...

La Formula 1 cresce su Sky in diretta e continua a calare nella differita della RAI. La diretta del GP di Russia trasmessa su Sky Sport F1 HD e sui canali del mosaico interattivo in HD a partire dalle 13.45 ha avuto un ascolto di 968.496 spettatori con uno share del 5,50%.

Sebbene Sebastian Vettel sia stato costretto al ritiro per il tamponamento di Daniil Kvyat nel corso del primo giro, Sky ha registrato un incremento di 125 mila spettatori: l’anno scorso si erano registrati 843.791 spettatori medi complessivi (4,46% di share), mentre nel 2014 la gara di Sochi era stata guardata da appena 650.731 utenti medi.

Il picco di ascolto si è avuto alle 14.04 con 1.720.050 appassionati pari al 9,18% che sono stati attratti dalla partenza e dalle carambole successive. I contatti, invece, sono arrivati a 1.925.815 utenti.

La RAI ha deciso di mantenere la differita su RAI 2 in orario serale, proponendo il GP disputato a Sochi sette ore dopo la diretta del canale satellitare di Murdock. Non deve sorprendere, quindi, se ci si è fermati a 1.799.678 spettatori pari al 6,88% di share, perdendo quasi un punto e mezzo di share, visto che nel 2014 la Tv di Stato aveva registrato 2.239.000 telespettatori con uno share dell’8,46%.

Il picco di ascolto si è verificato alle 21,15 con 2.768.438 spettatori, mentre i contatti sono arrivati a 7.031.706: un bacino di spettatori importante che evidentemente non trova nel prodotto Formula 1 la giusta risposta, preferendo guardare altro facendo zapping sul telecomando.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Russia
Circuito Sochi Autodrom
Articolo di tipo Analisi