Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
07 mag
-
10 mag
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
108 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
129 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
143 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
157 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
185 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
192 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
206 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
211 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
239 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
246 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
260 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
274 giorni

GP Germania: Hamilton è il kaiser in pole, le due Ferrari ko!

condivisioni
commenti
GP Germania: Hamilton è il kaiser in pole, le due Ferrari ko!
Di:
27 lug 2019, 14:23

Lewis celebra l'87esima pole a Hockenheim e regala alla Mercedes una prima fila davanti ai tifosi tedeschi. Il penta-campione ha preceduto Verstapen e Bottas. Leclerc è solo decimo con un problema di alimentazione e Vettel è ultimo per un guaio al turbo. Disastro Ferrari...

Lewis Hamilton ha colto l'87esima pole della sua carriera regalando alla Mercedes una partenza al palo che sancisce i festeggiamenti della Casa tedesca per i 125 anni nel Motorsport. Il penta-campione questa volta non ha avuto bisogno di tirare fuori tutto il suo talento (pare avesse la febbre) perché gli avversari che più temeva, i piloti Ferrari, non sono stati della partita.

La Ferrari si è dissolta sul più bello dopo aver dominato le prove libere con costanti e perentori uno-due. Il Cavallino resta... azzoppato con Charles Leclerc decimo e Sebastian Vettel addirittura ultimo. Due problemi tecnici hanno messo ko le Rosse.

Nel momento in cui la SF90 sembrava aver trovato il passo per sfidare alla pari le Mercedes in casa dei tedeschi, è venuta meno l'affidabilità della power unit, rifilando una tremenda mazzata al morale della Ferrari che non riesce mai a capitalizzare gli sforzi della squadra.

Charles Leclerc ha avuto un problema di pescaggio della benzina: il monegasco non ha potuto uscire dai box all'inizio della Q3, dopo aver dato la dimostrazione di essere costantemente il più veloce nel weekend con una SF90 che sembrava ritrovata.

 

Sebastian Vettel non è riuscito a effettuare nemmeno un giro in Q1: il tedesco ha accusato un problema all'intercooler del turbo e il tedesco ha dovuto rinunciare alla qualifica e sarà condannato a partire ultimo nel GP di casa. Doveva essere la gara del riscatto e, invece, la Germania sembra la ripetizione di una maledizione dopo il clamoroso dritto alla curva Sachs mentre era al comando della corsa (e del mondiale). Non è un gran momento per il pilota di Heppenheim al quale non ne va bene una. Ma due Ferrari ko devono far riflettere...

Hamilton ha colto la pole con il tempo di 1'11"767 ottenuto con gomme Soft, ma si è qualificato in Q2 con le Medie come Bottas e Leclerc. L'inglese, senza le Rosse intorno, non ha avuto problemi nel rifilare 346 millesimi a Max Verstappen. L'olandese ha ottenuto il massimo con la Red Bull, visto che in Q2 ha dovuto abortire il primo tentativo (quando aveva montato le gialle) per una noia al motore Honda, poi risolto, ma per non rischiare di restare fuori ha poi preferito passare la tagliola con le rosse.

Verstappen è stato bravo perché per 16 millesimisi è tenuto dietro Valtteri Bottas. Il finlandese non ha mai trovato il passo giusto: evidentemente sente la pressione di Ocon.

Pierre Gasly sfruttando le sfortune degli altri si è portato al quarto posto, davanti a uno strepitoso Kimi Raikkonen quinto con l'Alfa Romeo. Il francese ha sfruttato il telaio cambiato dopo il brutto botto di ieri nelle libere: è arrivato a tre decimi da Max per cui in Red Bull questa volta possono essere soddisfatti.

Kimi non ha commesso la minima sbavatura con la C38 ed è l'autore della pole degli "altri" davanti a Romain Grosjean che ha fatto vedere quello che è in grado di dare, dopo che Gunther Steiner lo ha messo in "osservazione" alla Haas. Molto bene Carlos Sainz che ha confermato la settima piazza di tutto il weekend con la McLaren, davanti a Sergio Perez ottavo con la rinnovata Racing Point e a Nico Hulkenberg con la migliore Renault.

Resta fuori dalla top ten Antonio Giovinazzi con la seconda Alfa Romeo: l'italiano ha dovuto rinunciare alla Q3 per 10 millesimi da Sergio Perez e solo sei decimi dal miglior tempo. Non è andata bene nemmeno a Kevin Magnussen 12esimo per 3 millesimi dal pilota pugliese. Il danese con la Haas evoluta non è riuscito a ottenere la prestazione del compagno di squadra che si è qualificato con la VF-19 in versione Melbourne, vale a dire di inizio stagione!

In difficoltà anche Daniel Ricciardo con la seconda Renault: l'australiano è 13esimo per un millesimo di distacco da Magnussen, mentre Daniil Kvyat con la Toro Rosso e Lance Stroll erano più staccati dal pacchetto di mischia: il canadese non è riuscito a capitalizzare le tante novità della RP19.

Clamorosa l'eliminazione in Q1 di Lando Norris con la McLaren: l'inglese non ha mai trovato il feeling con Hockenheim, ma il potenziale della MCL34 era certamente maggiore del 16esimo tempo ottenuto dal rookie.

Stupisce anche l'esclusione di Alexander Albon con la Toro Rosso: il pilota anglo-thailandese è finito nel traffico di Norris nell'ultimo tentativo ed è stato costretto ad abortire il giro.

In coda, fra i piloti in grado di fare un tempo, ci sono George Russell e Robert Kubica con il giovane pupillo di Toto Wolff che è tornato a stare davanti al polacco di un decimino, dopo che Robert si era tolto il gusto di stare davanti al compagno di squadra nell'ultima sessione di prove libere dopo che gli hanno sostituito la scocca nella notte.

Cla Pilota Tempo Gap km/h
1 United Kingdom Lewis Hamilton 1'11.767   229.442
2 Netherlands Max Verstappen 1'12.113 0.346 228.341
3 Finland Valtteri Bottas 1'12.129 0.362 228.290
4 France Pierre Gasly 1'12.522 0.755 227.053
5 Finland Kimi Raikkonen 1'12.538 0.771 227.003
6 France Romain Grosjean 1'12.851 1.084 226.028
7 Spain Carlos Sainz Jr. 1'12.897 1.130 225.885
8 Mexico Sergio Perez 1'13.065 1.298 225.366
9 Germany Nico Hulkenberg 1'13.126 1.359 225.178
10 Monaco Charles Leclerc      
11 Italy Antonio Giovinazzi 1'12.786 1.019 226.230
12 Denmark Kevin Magnussen 1'12.789 1.022 226.220
13 Australia Daniel Ricciardo 1'12.799 1.032 226.189
14 Russian Federation Daniil Kvyat 1'13.135 1.368 225.150
15 Canada Lance Stroll 1'13.450 1.683 224.185
16 United Kingdom Lando Norris 1'13.333 1.566 224.542
17 Thailand Alexander Albon 1'13.461 1.694 224.151
18 United Kingdom George Russell 1'14.721 2.954 220.371
19 Poland Robert Kubica 1'14.839 3.072 220.024
20 Germany Sebastian Vettel      
Prossimo Articolo
Schumacher: "L'attesa di guidare la F2004 è stata una tortura"

Articolo precedente

Schumacher: "L'attesa di guidare la F2004 è stata una tortura"

Prossimo Articolo

Delusione Leclerc: "Domani farò di tutto per cambiare la situazione"

Delusione Leclerc: "Domani farò di tutto per cambiare la situazione"
Carica commenti