Gp di Roma, Alemanno pronto a fare un passo indietro

Gp di Roma, Alemanno pronto a fare un passo indietro

Flammini invece non molla: "Ecclestone chiede solo di alternarci con Monza"

Come era prevedibile, visto il contenuto, la lettera di Bernie Ecclestone al sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha subito avuto una pronta reazione da parte dell'amministrazione capitolina. Stando a quanto ha rivelato questa mattina La Repubblica, lo scopo della lettera era infatti quello di far capire l'impossibilità di realizzare due Gp nella stessa nazione. Per questo Alemanno si è affrettato a spiegare che non si è trattato di un bocciatura del progetto romano, quanto di una precisazione riguardo all'aria che tira ora nel Circus. Tuttavia, il sindaco ha anche ribadito, come detto più volte in passato, di non avere alcuna intenzione di andare a mettere i bastoni tra le ruote a Monza. "Nessuna bocciatura per Roma, ma è evidente che ora bisogna fare una riflessione sul Gp nella Capitale. La prossima settimana comunicheremo la nostra decisione, ma abbiamo sempre detto che se fosse stata posta un'alternativa tra Roma e Monza avremmo fatto un passo indietro" ha spiegato. "Questa decisione è un fatto nuovo che subentra dopo che per molto tempo il presidente della Formula One Management aveva ribadito, anche con me personalmente, la volontà di far disputare in Italia due Gp, uno nazionale a Monza, e uno speciale a Roma. I nuovi accordi, che devono portare al rinnovo della concessione di Ecclestone con i circuiti di F.1, hanno indotto i team a chiedere un contingentamento delle gare da svolgere a livello nazionale ed internazionale. Di fronte a questa svolta è evidente che è necessaria una riflessione sul progetto del Gp a Roma" ha aggiunto Alemanno. Anche Maurizio Flammini, grande capo di Roma Formula Futuro, cioè della società che si stava occupando dell'organizzazione dell'evento, ha ribadito che in realtà la posizione di Mister E non è necessariamente contraria, ma che deve sottostare ad una precisa richiesta delle squadre: "Apprendiamo che la posizione di Bernie Ecclestone sul GP di Roma non è negativa e che prende atto della richiesta dei team di avere un solo gran premio per ogni Paese". Tuttavia, mentre Alemanno sembra disposto ad alzare bandiera bianca, il Gruppo Flammini non pare avere intenzione di arrendersi: "Ecclestone propone di alternare la gara di Roma con quella di Monza. Il sindaco nelle scorse settimane ha dichiarato che non avrebbe in nessun caso creato problemi al GP di Monza, che ha una posizione storica nel mondiale Formula 1, e pertanto FGGroup si rivolgerà all'Automobil Club di Milano e alla Sias, per capire se ci possano essere degli spazi di collaborazione nello spirito che da decenni anima i rapporti tra il nostro Gruppo e l'Autodromo di Monza".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie