GP della Cina: non si cambiano i piani, la FIA blocca i team manager

condivisioni
commenti
GP della Cina: non si cambiano i piani, la FIA blocca i team manager
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
07 apr 2017, 10:46

I team principal sono stati ammessi al briefing dei piloti, ma alla fine non si è arrivati ad una votaziane lasciando tutto com'era all'origine. Resta il forte rischio che non si gareggi domenica per le stesse ragioni per cui non si è girato oggi.

Chase Carey, CEO of Formula One Group, gives an interview
Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team RS17
Eric Boullier, Racing Director, McLaren
Christian Horner, Team Principal, Red Bull Racing
Maurizio Arrivabene, Team Principal Ferrari

Il programma del Gran Premio di Cina resta invariato. Dopo l’impossibilità a disputare la seconda sessione di prove libere e grossa parte della prima a causa del divieto di volo (imposto anche all’Eliambulanza in servizio presso il circuito di Shanghai), è stata considerata dai team principal la possibilità di comprimere il programma del fine settimana nella giornata di domani, visto che il meteo preannuncia cielo sereno e buona visibilità.

Sarebbe stato un tour de force inconsueto per la Formula 1, ma non irrealizzabile.

Anche se i team principal sono stati ammessi al briefing dei piloti per discutere la questione, nessuna decisione è stata messa ai voti, e il “no” è subito arrivato dalla FIA, nella persona di Charlie Whiting.

Il programma del GP resta quindi invariato: non si correranno dei  rischi nella giornata di domani ,ma rimane un grande punti interrogativo su domenica, giornata nella quale il meteo si preannuncia uguale a quello che ha bloccato le attività odierne.

Se non sarà autorizzato il decolli di elicotteri nella tratta che porta dal Circuito all’Ospedale di riferimento nella zona centrale di Shanghai, il Gran Premio sarà di fatto a rischio?

Prossimo Articolo
Carica commenti