GP d'Italia un successo? C'erano quasi 150 mila spettatori

La SIAS, società che gestisce l'Autodromo di Monza, ha ufficializzato 147.500 spettatori nel week end del GP d'Italia. Un dato leggermente inferiore a quello dello scorso anno, ma ottenuto con una Rossa che non ha ancora colto una vittoria.

GP d'Italia un successo? C'erano quasi 150 mila spettatori
Kimi Raikkonen, Ferrari fans
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Scuderia Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari celebrates his third position on the podium
The podium (L to R): Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, second; Nico Rosberg, Mercedes AMG F1, race wi

Il pubblico italiano è stato lusingato dai piloti. Nico Rosberg, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel non sono rimasti insensibili alla enorme macchia rossa che ha invaso il rettilineo d'arrivo per andare sotto al podio e festeggiare la doppietta Mercedes, proprio come il ritorno al terzo posto del tedesco ferrarista.

Appassionati di fede ferrarista che hanno fatto sentire il loro sostegno alla squadra del Cavallino sebbene fossero consapevoli che solo un miracolo avrebbe potuto regalare un successo alla SF16-H.  Nonostante questo non hanno voluto mancare all'appuntamento con la Formula 1 e la Rossa.

Bene sta facendo Angelo Sticchi Damiani a siglare un contratto triennale con la FOM per il prolungamento del Gp d'Italia a Monza, perché questo pubblico merita di mantenere un appuntamento nel calendario del Circus.

Nel week end sugli spalti del "tempio della velocità" si sono viste quasi 150 mila spettatori. La SIAS ha diffuso dei dati provvisori che parlano di 147.500 persone. Non si è raggiunto il valore dello scorso anno solo perché la precedente gestione dell'autodromo aveva svenduto diversi tagliandi, tant'è che, anche se ancora non ci sono i riscontri economici, l'incasso sarà sicuramente superiore a quello ottenuto nel 2015.

Il record per il GP d'Italia era stato ottenuto nel 2000 quando Michael Schumacher stava riportando la Ferrari al titolo mondiale piloti: in quell'occasione si era arrivati a 161.500 spettatori. Se si considera che quest'anno la squadra del Cavallino sta disattendendo le aspettative dei tifosi, si può ben capire come vada letto in senso positivo il dato che riassume il weekend.

 

condivisioni
commenti
Ferrari: se la Mercedes è un miraggio, la Red Bull torna dietro

Articolo precedente

Ferrari: se la Mercedes è un miraggio, la Red Bull torna dietro

Prossimo Articolo

Arrivabene: "L'obiettivo è stare davanti alle Red Bull, ma non solo"

Arrivabene: "L'obiettivo è stare davanti alle Red Bull, ma non solo"
Carica commenti
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021
Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato"

Il Gran Premio della Turchia ha messo alla prova le qualità di guida dei piloti e la loro sensibilità in condizioni di difficile lettura. Lewis Hamilton, tentando l'azzardo, avrebbe optato per le gomme slick al pit-stop, ma dal box hanno preferito andare sul sicuro. C'è un mondiale in palio, ogni punto conta

Formula 1
11 ott 2021
Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1 Prime

Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1

La scuderia francese poteva vantare una conoscenza tecnologica derivante dall'aviazione, ma le problematiche del glorioso V12, e la sfortuna che ha spesso accompagnato i piloti, hanno posto fine in anticipo all'avventura del team in F1.

Formula 1
10 ott 2021