Giovinazzi: "Il problema per me è avere Kimi come paragone"

Antonio, alla vigilia del Mugello, afferma di essere soddisfatto dei passi avanti fatti in gara nel 2020, ma anche di aver un metro di paragone scomodo accanto come Kimi Raikkonen, un pilota forte ed esperto da cui però può prendere spunto per migliorare.

Giovinazzi: "Il problema per me è avere Kimi come paragone"

Antonio Giovinazzi si affaccia al secondo fine settimana consecutivo di Formula 1 che si svolgerà in italia, per la precisione sul tracciato toscano del Mugello, dopo una gara a Monza in cui una penalità gli ha tolto la possibilità di lottare per portare a casa punti importanti per il Mondiale Costruttori dell'Alfa Romeo.

Il pilota pugliese non vede l'ora di tornare a girare sulla pista toscana, già assaggiata in un test nel 2018 svolto al volante di una gt per prepararsi alla 24 Ore di Le Mans a cui prese parte proprio in quella stagione.

Antonio si è concesso in esclusiva ai microfoni di Motorsport.com, parlando dell'opportunità di correre sulla pista di casa, ma anche sulla stagione travagliata del team Alfa Romeo Racing.

"Per me è stupendo rimanere in Italia e fare un secondo weekend di gara nella mia terra. Bella gente, buon cibo, bei posti, è tutto più facile essere in Italia per 2 settimane di fila dopo tutte le gare che abbiamo affrontato in precedenza. Poi essere al Mugello, una delle piste più belle e dure, affrontarlo con queste monoposto sarà fantastico. Qui ho svolto solo un test, nel 2018 con una 488 GT in vista della 24 Ore di Le Mans di quell'anno. Sarà la mia prima volta con una F1, sarà una scoperta e non vedo l'ora di salire in macchina per scoprirla".

Giovinazzi, così come Raikkonen, ha sottolineato come - almeno per ora - per Alfa Romeo sia quasi impossibile capitalizzare occasioni come ha fatto AlphaTauri a Monza. Non a caso Raikkonen non è riuscito a mantenere la terza posizione una volta ripartita la corsa dopo la bandiera rossa che ha spezzato in 2 il GP d'Italia.

"Per capitalizzare le occasioni che ci capitano abbiamo bisogno di più velocità. Non è solo questione del motore, ma una combinazione con aerodinamica e telaio. Purtroppo, Kimi non è riuscito a difendere la terza posizione a Monza perché le macchine dietro di lui erano tutte più veloci di noi. Parliamo di AlphaTauri, Racing Point, McLaren, Renault. Sarebbe stato comunque difficile".

"Da inizio stagione siamo migliorati molto, anche rispetto ad Haas e Williams che, per il momento, sono i nostri rivali principali. Dobbiamo continuare a lavorare così, sappiamo sarà una stagione difficile ma non dobbiamo demoralizzarci. Dobbiamo farci trovare pronti e cercare di capitalizzare tutte le occasioni che avremo qualora se ne presentassero altre nel corso della stagione per cercare di portare a casa qualche altro punto".

La pista del Mugello, per quanto bella e affascinante, dovrebbe essere un altro luogo in cui le C39 dovrebbero soffrire a causa delle loro mancanze a livello aerodinamico, di telaio e di motore.

"Purtroppo al Mugello sarà un altro weekend difficile per noi. Abbiamo già corso su piste simili a queste come Barcellona e Ungheria. Purtroppo abbiamo faticato anche lì. Per cui mi aspetto sia un weekend complicato per noi anche questo. Qui dovremo sfruttare il fatto che sarà difficile sorpassare, per cui se riusciamo a essere abbastanza veloci in qualifica e fare un bel primo giro dopo una buona partenza, potremmo cercare di fare qualcosa di meglio. Ma qui per noi sarà difficilissimo".

In questa stagione Antonio è parso migliorare molto sul giro secco. In qualifica è riuscito un buon numero di volte a stare davanti - o comunque vicino - a Raikkonen. In gara, invece, Kimi sembra avere qualcosa di più dell'italiano in gara. Giovinazzi ha ammesso che avere come metro di paragone il finlandese non sia affatto facile, ma anche di avere un modello invidiabile da cui imparare e continuare a crescere.

"Il problema nel giudicare le mie prestazioni è che ho un campione come Kimi accanto. Lui va molto forte in gara, quindi avere come comparazione Kimi rende tutto più difficile, ma dalla mia parte sono contento, posso crescere tanto, posso capire perché è più veloce in gara. Poi lui ha tanta esperienza e credo sappia metterla a frutto. L'anno scorso facevo molta più fatica. Quest'anno in gara vado molto meglio e credo che sia sulla strada giusta".

"Ci sono vari punti dove mi sto concentrando per migliorare. Sono molto più soddisfatto di me in gara ma sto lavorando sodo per migliorare ulteriormente. Siamo in una buona direzione, devo continuare assieme al team e sono sicuro che faremo bene".

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
1/18

Foto di: Alfa Romeo

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
2/18

Foto di: Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
3/18

Foto di: Alfa Romeo

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
4/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
5/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
6/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo, e Esteban Ocon, Renault F1, sulla griglia
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo, e Esteban Ocon, Renault F1, sulla griglia
7/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
8/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
9/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
10/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
11/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
12/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
13/18

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
14/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
15/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, dettaglio dell'ala posteriore
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, dettaglio dell'ala posteriore
16/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
17/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, locks up
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, locks up
18/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
AlphaTauri: c'è un tunnel all'esterno della paratia
Articolo precedente

AlphaTauri: c'è un tunnel all'esterno della paratia

Prossimo Articolo

Vettel: "L'idea ritiro? Solo un pensiero, la F1 mi attrae"

Vettel: "L'idea ritiro? Solo un pensiero, la F1 mi attrae"
Carica commenti
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021