Giovinazzi: "Col mio giro ho voluto ringraziare il team"

Il pilota dell'Alfa Romeo è stato la sorpresa di giornata con il 7° tempo e con un ultimo giro capolavoro ha voluto ringraziare il grande lavoro svolto dai meccanici per risolvere il problema all'anteriore destra che ha rischiato di tagliarlo fuori dal Q3.

Giovinazzi: "Col mio giro ho voluto ringraziare il team"

Tra il circuito di Zandvoort ed Antonio Giovinazzi esiste un rapporto speciale. Il pilota di Martina Franca nel 2015 è stato il primo italiano a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro del Masters di Formula 3 ed oggi, in occasione della sessione di qualifiche, ha compiuto un piccolo capolavoro.

Giovinazzi è riuscito ad accedere in Q3 e firmare il settimo tempo mettendosi alle spalle le Alpine di Ocon ed Alonso e la McLaren di Daniel Ricciardo, ma ha vissuto momenti di alta tensione nei minuti finali della Q2.

Quando è tornato nel box i meccanici del team non sono riusciti a svitare il dado dell’anteriore destra e subito sono tornate in mente le immagini di quanto accaduto a Valtteri Bottas a Monaco.

Fortunatamente per Antonio la sessione è stata interrotta in anticipo quando Nicholas Latifi è andato a schiantarsi contro le barriere di protezione e questo ha consentito al pilota dell’Alfa Romeo di accedere all’ultimo turno.

Una volta svitato il dado, Giovinazzi è tornato in pista ed ha mostrato al mondo il suo grande potenziale fermando il cronometro sul tempo di 1’09’’590 migliorando di ben mezzo secondo il riferimento ottenuto nel Q2.

“Già da ieri siamo riusciti a dimostrare il nostro potenziale così come accaduto a Monaco quando sin dal venerdì siamo stati stabilmente in top 10”. Ha esordito così un Antonio visibilmente soddisfatto ed indicato dagli addetti ai lavori come pilota simbolo di questo sabato.

Giovinazzi ha poi parlato del problema all’anteriore destra che ha rischiato di vanificare il gran lavoro svolto sin dalla giornata di ieri.

“Devo ringraziare il team per il lavoro che ha compiuto durante la Q2. Abbiamo avuto un problema con un dado nell’anteriore destra e non riuscivamo a svitare la ruota. Siamo stati fortunati con l’interruzione con bandiera rossa, ma i ragazzi non hanno mai mollato e siamo riusciti ad entrare in Q3. Il mio ultimo giro è stato il mio modo per ringraziare il team per quanto ha fatto”.

In quelle fasi concitate, mentre i meccanici provavano di tutto per svitare il dado, Antonio è rimasto calmo all’interno dell’abitacolo ed ha ammesso di aver ripassato mentalmente le traiettorie da affrontare per brillare nel Q3.

“Ho visto che tutti i ragazzi stavano dando il massimo. Il mio preparatore mi ha detto di stare tranquillo e rimanere concentrato ed è quello che ho fatto. Ho visualizzato il giro e sono riuscito ad ottenere il settimo tempo”.

 

La gara di domani consentirà a Giovinazzi di poter andare a punti? La domanda è lecita ed il pilota di Martina Franca spera di poter disputare una corsa lineare e che il team lo aiuti senza ricorrere a strategie fantasiose…

“Il primo giro sarà una incognita per tutti. Il passo gara non era male ieri, ma siamo consapevoli che qui è complicato sorpassare. Dobbiamo concentrarci sulla partenza ed avere una strategia in linea con quella degli altri. Chiudere nella stessa posizione di partenza andrebbe benissimo”.

Antonio ha poi dato un proprio parere sul tracciato di Zandvoort sottolineando quanto la concentrazione in gara sarà fondamentale.

“Questo tracciato è davvero impegnativo, un piccolo errore può costare tantissimo. Le barriere sono davvero vicine. Siamo riusciti ad eguagliare il nostro miglior risultato in qualifica ed è stato merito del lavoro di squadra. La macchina si è comportata bene sin da ieri e quando hai fiducia nella vettura su una pista come questa è un grande vantaggio”.

condivisioni
commenti
Bobbi: "Lewis e Max, traiettorie spesso diverse"
Articolo precedente

Bobbi: "Lewis e Max, traiettorie spesso diverse"

Prossimo Articolo

Piola: "Red Bull da pole anche senza l'ala mobile"

Piola: "Red Bull da pole anche senza l'ala mobile"
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021