Ghiotto soddisfatto del test al simulatore della Red Bull Racing

Il pilota ventenne della Trident, leader della GP3, ha guidato mercoledì pomeriggio la RB11 in modo virtuale

Luca Ghiotto è rimasto molto soddisfatto del test al simulatore svolto mercoledì scorso a Milton Keynes. Il leader della GP3 aveva ricevuto un invito da parte di Helmut Marko, il consulente austriaco di Dietrich Mateschitz, che si occupa del programma giovani della Red Bull. Il ventenne di Arzignano, che è seguito da Manfredi Ravetto, è stato valutato dal simulation team di Milton Keynes: in mattinata gli inglesi gli hanno fatto il sedile e gli hanno spiegato le funzioni del volante-computer della RB11, spiegandogli i primi rudimenti per il corretto funzionamento di una moderna monoposto di Formula 1.

Nel pomeriggio il veneto della Trident ha mostrato le sue capacità nell'abitacolo del simulatore. Luca ha guidato senza avere alcuna indicazione sui tempi: l'obiettivo dei tecnici di Milton Keynes era valutare la sua sensibilità nel comprendere le variazioni di set up fatte a sorpresa. Ovviamente non ci sono stati commenti a fine test, visto che verrà redatto un report riservato che finirà nelle mani di Helmut Marko.

E' interessante notare che uno dei giovani piloti emergenti che fa parte dell'ACI Team Italia possa attrarre l'attenzione della Red Bull che ha già un proprio programma molto nutrito legato ai giovani piloti e non abbia riscosso alcuna curiosità a Maranello...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1 , GP3
Piloti Luca Ghiotto
Team Trident
Articolo di tipo Ultime notizie